Palma Campania, lavoratori clandestini in opificio: denunciata 30enne

Redazione

PALMA CAMPANIA – Prosegue l’attività di controllo da parte dei Carabinieri della Stazione locale che, in collaborazione con personale della Direzione Territoriale del Lavoro di Napoli, dell’Asl Napoli 3Sud e della filiale Inps di Nola, hanno svolto uno specifico servizio volto al contrasto del fenomeno del lavoro sommerso.

Denunciata una 30enne del bangladesh, titolare di un opificio tessile in via Minichini, in quanto responsabile d’aver dato occupazione a ben dodici lavoratori risultati non in regola con le leggi sull’immigrazione. Operazione di controllo che ha inoltre permesso di constatare come i locali della ditta fossero sprovvisti del documento di valutazione dei rischi, oltre al pessimo stato di attrezzature e servizi igienici.
 

Rilevata anche l’assenza di apparecchiature atte a garantire temperature adeguate al benessere dei lavoratori, e la presenza di macchine non conformi o inadeguate al lavoro da svolgere. È stato disposto il provvedimento di sospensione delle attività. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore