Nola, movida notturna: arriva il regolamento sulle emissioni acustiche

Vincenzo Esposito

NOLA – Ad innescare il provvedimento sarebbero stati inconvenienti  sottoposti all’attenzione dell’amministrazione comunale da parte di cittadini ed organi di controllo. Si tratta principalmente di disagi dettati dal volume eccessivo della musica utilizzata per l’intrattenimento –“il rumore, collocandosi ne quadro delle turbative dell’equilibrio è ormai considerato pericoloso fattore di insalubrità mentale, tale da sostanziarsi quale minaccia per la salute pubblica” – si legge nell’ordinanza in merito.
 
Un’ordinanza (28 del 03/04/2015) in cui si riconosce l’importante ruolo svolto dagli esercizi in qualità di attrattiva, valorizzazione del territorio, ma che impone per rispetto della quiete pubblica la regolamentazione dell’impatto acustico (ad essere maggiormente interessati saranno gli esercizi presenti nel cuore della città).
 
Per quanto riguarda le attività al chiuso che svolgono intrattenimento alla diffusione sonora, dovranno trasmettere presso l’ufficio “Sviluppo economico e commerciale” del Comune idonea valutazione di impatto acustico redatta da un tecnico esperto in acustica ambientale. Per quanto riguarda i valori di emissione saranno vari in base all’area in considerazione e l’orario (da un max di 70dB -aree industriali ad un minimo di 40dB - aree particolarmente protette, nella tarda serata)

Nel caso di concerti, esibizioni dal vivo negli spazi all’aperto, dovranno tenersi nell’arco temporale 20:00/24:00 (casi in cui è prevista richiesta di autorizzazione rilasciata dal Comando P.M. per non più di due volte al mese). Deroghe potranno essere concesse per eventi di forte richiamo organizzati dall’amministrazione comunale, o con la collaborazione della stessa. 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250