Napoli, trovato mega deposito del furto

Redazione

Scoperto il vaso di Pandora del furto e della truffa: vasche idromassaggio e macchine per caffè tra la merce per 2 milioni di euro ricettata, sequestrata dai carabinieri nell’area orientale

NAPOLI -  Denunciate per ricettazione 3 persone: l’amministratore 24enne di una società con sede a san Giovanni a Teduccio e il legale responsabile e i responsabili operativi di una ditta di trasporti di Barra, rispettivamente di 57 e 25 anni.

 Durante indagini effettuate per contrastare il mercato clandestino di merci, i carabinieri del nucleo investigativo di Napoli hanno scoperto, che in un polo di smistamento a san Giovanni a Teduccio e nei depositi di una ditta di trasporti a Barra c’erano 18 container e svariati depositi contenenti una lunga serie di prodotti: parte era priva di documentazione utile a stabilire la legittimità del possesso e parte è risultata oggetto di furti e truffe.

A san Giovanni a Teduccio, tra la merce trovata ci sono macchine elettriche per bambini rubate a Bitonto (BA), mobilia oggetto di truffa consumata ai danni di una ditta di Pontida (BG) e 20 prestigiose macchine da caffè rubate a Ternate (VA).

 A Barra , invece, nei depositi della ditta di trasporti, sono state trovate 2 grandi vasche idromassaggio, arredamento oggetto di truffa a un mobilificio di Treviso, forni industriali, lavelli, fornelli, frigoriferi, cassette attrezzi, caldaie e, ancora, costosissime macchine da caffè. 3 poltrone da dentista complete di tutti gli accessori, un numero elevatissimo di capi di abbigliamento e di scatoloni contenenti biancheria, 40 cucine componibili, ancora macchine per caffè, aspirapolveri, forni per cucine, divani di pelle, 160 scatoloni di borse porta pc, 16 scatoloni di bigliardini, materiale hi-fi per casa e per pc e un ingentissimo quantitativo di materiale per computer. E ancora componenti per parco giochi da giardino, giochi, barbecue da giardino e 34 scatoloni contenenti bistecchiere e agende .
100 scatoloni di palloni da calcio, 40 scatoloni di peluche e 78 di scarpe da bimbo, 12 di pupazzi e, infine, 33 di cosmetici. Su altra merce di provenienza delittuosa sono ancora in corso accertamenti.


Foto di archivio

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore