Brusciano, all'A.N. Carabinieri di Marigliano il quadrangolare della solidarietà

Redazione

Centrato l’obiettivo di donare un defibrillatore alla città. La cifra è stata raccolta in poco più di 90 minuti, grazie alla generosità dei partecipanti all'incontro di calcio.

 Brusciano- Tutti in campo “per e con il cuore”, provetti calciatori e campioni mancati si sono sfidati in uno spettacolare quadrangolare di solidarietà, novanta minuti di intenso e coinvolgente calcio, per raccogliere i fondi necessari all'acquisto di un defibrillatore per la vita. A scendere in campo la sera della vigilia dell'Epifania, per sfidarsi a colpi di gol e a suon di parate, quattro squadre, la rappresentativa Amministratori comunali, con a capo il sindaco Giosy Romano, la rappresentativa Ordine degli architetti di Napoli, la rappresentativa dei Vigili Urbani di Brusciano e i campioni indiscussi che hanno conquistato il primo posto, la squadra dei carabinieri di Marigliano.

Ma a vincere è stata certamente la solidarietà, la cifra necessaria all'acquisto del defibrillatore è infatti stata raccolta in poco più di 90 minuti, grazie alla generosità dei partecipanti all'incontro di calcio. Un'iniziativa senz'altro positiva per la città di Brusciano e per i suoi cittadini, che potranno usufruire di uno strumento salvavita indispensabile in caso di infarto. Il defibrillatore sarà posto a bordo di un'ambulanza, allocata nel parcheggio della casa comunale e messa a disposizione, in regime di convenzione con il Comune, dall'associazione Aisa, dunque un importante presidio di primo soccorso per tutti i cittadini. “ Ben vengano iniziative di questo tipo, ma l'impegno per la comunità sia costante vero e profondo.-.ha dichiarato il parroco don Salvatore Purcaro.-.che questo defibrillatore che certamente è utile per salvare vite, costituisca l'emblema di un nuovo impegno per salvare la nostra terra da ben altri infarti”.

Soddisfatto il primo cittadino Giosy Romano, per il risultato raggiunto, anche se non può certo bastare l'acquisto di un defibrillatore per garantire la salute pubblica, continuamente attentata dai gravi problemi ambientali che attanagliano il territorio. In virtù di ciò il sindaco ha dichiarato che l'impegno in merito a questa scottante questione ha avuto inizio a partire dalla raccolta differenziata e che proseguirà attraverso numerosi progetti ed iniziative, tra cui ad esempio le varianti per il Piano Agricolo, i terreni destinati all'uso di coltivazioni saranno interessati da una serie di esami, sia attraverso il monitoraggio delle falde acquifere che con carotaggi sul suolo: “Ovviamente è necessaria la collaborazione degli enti sovraordinati - aggiunge il sindaco- primo tra tutti la Regione, che si è finora limitata a portare avanti solo una sterile campagna pubblicitaria”.

Il presidente dell'Associazione nazionale carabinieri di Marigliano, il luogotenente in pensione Antonio Perone, ha sottolineato l'importanza di tali eventi per la crescita sociale delle comunità, e l'esigenza di una maggiore correlazione tra le forze dell'ordine in servizio, l'associazione dei carabinieri e le istituzioni locali, affinché la legalità in tutti i suoi aspetti, sia garantita. Perone inoltre ha annunciato che l'associazione nazionale dei carabinieri di Marigliano, sarà impegnata sul territorio, prossimamente, con una serie di iniziative ed eventi, atte proprio all'educazione alla legalità, all'aggregazione sociale, alla condivisione e alla solidarietà: “Se ognuno, per ciò che gli compete, fa la sua parte mettendoci il cuore, questo mondo può essere un posto migliore”.

Monica Cito

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore