Nola, autista di Tir viaggia per 13 ore consecutive

Redazione

Patente ritirata e 500 euro di multa

NOLA - Gli agenti della Polizia Stradale di Nola durante i controlli a mezzi pesanti , alla vigilia di Natale , hanno sequestrato la patente di guida ad un giovane trasportare di un Tir perché viaggiava con la scheda di controllo del fratello gemello, anche lui autotrasportatore.

Il giovane di 30 anni, residente a Nola , alla guida di un tir è stato fermato per un controllo sulla SS 7 bis variante, proveniente da Milano. L’uomo, all'atto dell'esibizione dei documenti , ha consegnato nelle mani dei poliziotti sia la patente che la scheda inserita nel cronotachigrafo, strumento che registra I tempi di guida e di riposo del conducente.
Durante il controllo, gli agenti della Stazione di Nola, agli ordini del comandante Sabato Arvonio, si sono accorti , che nonostante la foto e i dati anagrafici sulla patente e sulla scheda erano gli stessi , variava il nome di battesimo, appurando, che si trattava del fratello gemello, anche lui autotrasportatore.

In questo modo , con due schede di controllo, effettuava lunghi viaggi senza mai fermarsi , perché alla fine delle ore di guida inseriva l'altra scheda, intestata al gemello, nel cronotachigrafo. Insomma risultava che sul Tir c’erano due autisti, invece che uno. I poliziotti hanno accertato, quindi, che la persona controllata aveva effettuato il doppio delle ore consentite di guida : circa 13 ore, senza mai fare pausa, grazie alla doppia scheda . All’uomo è stata ritirata la patente per la sospensione, in più è stato multato di 500 euro.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore