Volla, scoperta centrale di falsificazione di Audi

Redazione

Riciclatori specializzati in Audi scoperti al lavoro dai carabinieri. Sul posto anche 24enne, per ritiro della macchina appena “pezzottata” per mammà

VOLLA - Questa notte, a Volla, i militari dell’Arma hanno fatto irruzione nel cortile dell’abitazione di un 80enne sorprendendo tutti mentre ultimavano le operazioni di ripunzonatura del numero di telaio di una Audi Q3, che è risultata reimmatricolata il 2 maggio sulla scorta di documenti spagnoli a nome della madre un 24enne di Giugliano, che aveva già materialmente acquistato l’auto.

I Carabinieri della locale stazione hanno arrestato in flagranza di reato, Ascione Giovanni, 41 anni, residente a Napoli, D’Aniello Antonio, 42 anni, domiciliato a Somma Vesuviana e Prisco Davide, 28 anni, residente in Ercolano, tutti già noti alle forze dell’ordine e ritenuti responsabili di concorso in riciclaggio.
È stato denunciato in stato di libertà anche il 24enne di Giugliano in Campania, invalido civile e incensurato, ritenuto responsabile di ricettazione.

Sul posto è stata altresì rinvenuta una Audi q5 rubata a Reggio Emilia il 22 aprile insieme ad altri veicoli di grossa cilindrata. Sul SUV erano apposte le targhe già in uso a una Peugeot 207, rubate insieme alla vettura il 22 aprile a Reggio Emilia.
Nel cortile, ancora, l’Audi A4 in uso a D’Aniello, intestata a una società di Capaccio e sulla quale era stata apposta la targa prova di una concessionaria di Modena. Gli arrestati sono in attesa di udienza di convalida.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250