Marigliano, LSU sul piede di guerra: Comune ritira delibera

Redazione

MARIGLIANO - Lsu sul piede di guerra a Marigliano. A far scattare la protesta è stata una delibera commissariale con cui si intendeva dare corso ad una selezione tramite mobilità esterna per la copertura di un posto a tempo indeterminato, che si libera per il congedo in pensione dal 1° maggio del responsabile geometra Nicola Mugnolo.

Questo ennesimo episodio ha scatenato la protesta di alcuni LSU del Comune di Marigliano, che si appellano alla legge 147, del 27 dicembre del 2013. “Non possono chiamare persone dall’esterno. Da decenni colmiamo i vuoti delle carenze di organico e adesso ci vogliono bypassare. La legge regionale prevede la nostra stabilizzazione. Manca solo la volontà politica. E poi, questa cosa fatta a pochi giorni dalle elezioni non ci convince”.

Tutto ciò ha scatenato la protesta al Comune tra i venti Lavoratori Socialmente Utili di medio e alto profilo professionale, costretti a fare i conti con la precarietà lavorativa, senza nessun tipo di garanzie. Stando alla denuncia, addirittura si intendeva stilare una graduatoria dalla quale, poi, si sarebbe dovuto provvedere ad assumere anche altre unità.

Ma gli LSU hanno incrociato le braccia facendo fare dietro front alla Giunta commissariale. La segretaria comunale, infatti, Stefania Urciuoli e il commissario straordinario Giuseppe Mario Scalia, per placare gli animi e ristabilire l’ordine al Comune hanno annullato la delibera.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore