Nola: arrestati due fratelli Buglione e il prefetto di Benevento

Redazione

Corruzione: arresti domiciliari nei confronti di 4 persone: due fratelli Buglione, un imprenditore a loro vicino e l'attuale prefetto della città di Benevento.

NOLA - SAVIANO   - I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Napoli (Nucleo di Polizia Tributaria), sotto il coordinamento della Procura della Repubblica di Avellino, hanno dato
esecuzione - nelle prime ore della mattinata odierna - ad un’ordinanza di arresti domiciliari emessa dal GIP presso il Tribunale irpino nei confronti di quattro persone: l’attuale Prefetto della città di Benevento  Ennio Blasco e tre imprenditori di Saviano operanti nel settore della vigilanza privata,  due fratelli Buglione e un imprenditore a loro vicino.

Le misure sono state disposte in relazione a fatti di corruzione posti in essere nell’ambito delle procedure in tema di “certificazione antimafia” nel periodo 2009 – 2011, allorquando
l’alto funzionario pubblico ricopriva la carica di Prefetto di Avellino.Fra le persone poste agli arresti domiciliari insieme al Prefetto di Benevento, vi sono gli imprenditori Carmine e  Carlo   Buglione di Nola (Napoli). Le indagini della guardia di finanza partirono proprio per verificare il pagamento o meno  del riscatto a seguito del rapimento dell'altro fratello Antonio non coinvolto in questa vicenda.

Per favorire le imprese di vigilanza privata dei fratelli Buglione il Prefetto Ennio Blasco avrebbe accettato gioielli, viaggi, un'auto con autista per i suoi spostamenti e anche il pagamento di spese di lavanderia. E' quanto emerge dalle indagini del Nucleo di polizia giudiziaria della guardia di finanza di Napoli che ha eseguito l'arresto nei confronti di Blasco.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore