Il tonno e il faro abusivo in Costiera Amalfitana

Redazione

Verdi e Simioli: " è un ridicolo abuso virtuale. Uno spot non dovrebbe cambiare uno dei paesaggi più belli della Campania".

 

La Rio Mare per lo spot dedicato al noto tonno in scatola ha scelto come location la costiera amalfitana ed anche un testimonial internazionale del calibro di Kevin Costner che impersona se stesso, trasferitosi in Italia con una motivazione al limite del ridicolo: «Perché avete un grande tonno». La sua abitazione si eleva proprio sul Golfo ed è un faro che bagna la bella cittadina in Costiera situato a Praiano, a metà strada tra Amalfi e Positano.

"Guardando bene lo spot - raccontano Francesco Emilio Borrelli dei Verdi e Gianni Simioli della radiazza - però si capisce come il faro in cui Costner vive, in realtà, non esiste. È stato difatti “costruito” sopra la Torre Saracena, antica struttura posta a guardia del centro abitato all’epoca delle incursioni armate dei Saraceni. E' un inutile e patetico abuso virtuale realizzato con il computer grafica che probabilmente abbruttisce anche la zona. Sarebbe stato più elegante e piacevole mantenere lo scenario reale. E' come se sulla Torre di Pisa avessero messo delle parabole o nel Colosseo avessero costruito delle baracche. Troviamo assurdo che uno spot possa cambiare, anche se virtualmente, uno dei paesaggi più belli della Campania".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore