Napoli aumentano i furti di tombini

Redazione

Valgono da da 70 a 100 euro a pezzo - Foto -

NAPOLI - "L' ultimo episodio riguarda Via Marchese Campodisola nei pressi dell' Università Federico II dove i cassonetti della spazzatura - denunciano il leader degli ecorottamatori Verdi Francesco Emilio Borrelli e Gianni Simioli della radiazza - sono usati per coprire le buche sempre più grandi dovute al furto cronico dei tombini. Questo è l' ultimo episodio di una situazione drammatica in città nonostante l' annuncio di interventi urgenti e rapidi sul versante buche.

Al problema del dissesto stradale cronico si sta infatti unendo negli ultimi mesi il furto dei tombini. Da tempo ormai la crisi ha spalancato le porte a questo reato che a Napoli è in forte espansione. Oggi, la ghisa con cui sono fatti i tombini rappresenta una parte importante del «mercato nero» dei metalli, fino ad oggi ancora guidato dal rame. Ma se «l’oro rosso», richiestissimo, può valere ai moderni predoni anche 10 euro al chilo, la ghisa può fruttare 500 euro la tonnellata. Se invece i tombini vengono sradicati con tutto il telaio (utilizzando addirittura un martello pneumatico) il prezzo cambia: da 70 a 100 euro a pezzo. Negli ultimi giorni sono stati registrati 22 furti di tombini solo in città ed il fenomeno è fortemente in aumento".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



MM_Mariano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250