Italia Paese delle buche stradali

Giuseppe Monda

Giavarini presidente Associazione asfalto stradale: problema di mentalità e di gare votate al ribasso

Italia, Paese delle buche? "Tutta colpa dell'Amministrazione Pubblica, di scarsi finanziamenti e di gare al massimo ribasso". Questa la risposta di Carlo Giavarini presidente dell' Associazione bitume e asfalto stradale, dopo che uno studio avrebbe accertato che l'Italia sarebbe tra i paesi con il più alto numero di strade dissestate o meglio ancora "bucate". Per Giavarini ribassare i costi anche del 50% comporta una scarsa qualità dei lavori e uno strangolamento delle imprese del settore.

Ma in Italia c'è soprattutto un problema di mentalità: “Se si rinnova periodicamente lo strato superficiale di asfalto, a intervalli di 8-12 anni a seconda delle percorrenze, la spesa è limitatissima. Se invece si lasciano ammalorare anche gli strati inferiori, il costo per il ripristino può essere anche venti volte superiore”.

Gli esempi da seguire per Giavarini in quanto a qualità delle strade sono senza dubbio gli Stati Uniti dove l'utilizzo di un materiale chiamato “perpetual pavement” è garantito anche per cinquanta anni. In altri paesi invece come Germania e Svizzera la rete stradale viene considerata un patrimonio da salvaguardare.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Giuseppe Monda >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ASM G. Menichini
test 300x250
In Evidenza
test 300x250