Rinnovo CCNL Settore Credito

Redazione

Il prossimo 28 febbraio Unità Sindacale è stata convocata a Palazzo Altieri dall’ABI per l’avvio degli incontri finalizzati al rinnovo del Contratto Nazionale di Lavoro, così come previsto dall’Accordo sottoscritto il 20 dicembre 2013 con il quale - a seguito anche della grande mobilitazione dell’intera Categoria - le Banche hanno ritirato la disdetta del CCNL rassegnata alle Organizzazioni Sindacali nel settembre scorso.
“Unità Sindacale - sottolinea il Segretario Generale Emilio Contrasto - già da qualche tempo sta elaborando una serie di proposte per il rinnovo contrattuale che troveranno adeguata collocazione nella Piattaforma di rinnovo”.

“La nostra Organizzazione - prosegue Contrasto - considera, inoltre, prioritario avviare immediatamente un confronto, divenuto ormai improcrastinabile, rispetto al modello di banca da porre in essere per consentire un reale rilancio della redditività del Settore, per sostenere e favorire la crescita del Paese, per meglio utilizzare l’immenso patrimonio costituito dal personale presente in Categoria”.
“Unisin ha sempre sostenuto - secondo quanto evidenzia il segretario generale - un modello di banca diverso da quello attuato dalle Banche. Oggi rileviamo con soddisfazione che, anche a livello Comunitario, si sta affermando la convinzione che le attività finanziarie/speculative non contribuiscono a risolvere le problematiche di redditività delle Banche, anzi nel medio termine appesantiscono la situazione economica e finanziaria delle stesse e ne accentuano i rischi sistemici”.
Il prossimo rinnovo contrattuale dovrà, quindi, - per Unisin - confermare la volontà di procedere ad una svolta rispetto alle derive causate da scelte strategiche di breve periodo che hanno anche contribuito a portare l’economia globale nella attuale situazione.

Salari, recupero del potere d’acquisto, area contrattuale, occupazione e lotta alla precarietà saranno alcune delle priorità delle proposte di Unisin.
Unità Sindacale, nell’ottica dell’avvio di un confronto positivo, parteciperà, come sempre, in maniera costruttiva all’incontro con l’ABI, auspicando un percorso unitario indispensabile a tutelare la Categoria in una fase che sarà decisiva anche per affermare l’importanza dell’Unione Bancaria Europea.
“Oramai è chiaro a tutti - conclude Emilio Contrasto - che dall’attuale situazione non si esce comprimendo ancora i salari e le tutele dei lavoratori. Il rinnovo del Contratto Nazionale è un banco di prova incontrovertibile”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore