Casalnuovo, baby Consiglio al Senato

Redazione

 CASALNUOVO -  Il baby consiglio comunale di Casalnuovo approda al Senato per portare all’attenzione della politica le problematiche sociali e in particolare quelle ambientali. Con in testa il loro baby sindaco Dora Barbato e l’assessore Angela Tuccillo diventano protagonisti in Senato nella seduta riguardante l’approvazione del decreto sulle emergenze ambientali e industriali. Siedono tra gli scranni di palazzo Madama mentre il testo sulla terra dei fuochi licenziato dalla camera diventa legge.

Un’ esperienza emozionante ed entusiasmante che ha spinto i baby politici a fare dell’etica e della morale le basi su cui preparare un discorso ben più ampio di partecipazione e cittadinanza attiva. Intanto il vicepresidente del senato della repubblica Roberto Calderoli che in quel momento faceva le funzioni di presidente ha salutato i ragazzi mentre il senatore Bartolomeo Pepe ha stretto la mano ai propri concittadini, che hanno iniziato presto ad interessarsi di politica proprio per non pagare lo scotto delle erronee politiche di sviluppo, che hanno messo in ginocchio l’hinterland. Rivendicano il diritto alle bonifiche e a vivere in città a misura di bambini e di bambine lontano dall’inquinamento e dagli eco criminali.

I ragazzi di Casalnuovo, dunque, si fanno portavoce presso i politici nazionali del dramma terra dei fuochi. Nella loro scuola pochi mesi fa un compagno è morto di tumore e da allora hanno stretto una sorta di giuramento collettivo per difendere il diritto alla vita. Il diritto alla vita negato ad Antonio De Michelo il loro compagno che non è riuscito neanche a festeggiare i 10 anni e delle tante vittime oncologiche della terra dei fuochi e peggio ancora di quel dimenticato triangolo dei veleni dove a far paura è lo spettro dei rifiuti altamente tossici interrati.

“In queste terre c’è un aumento di tumori rari e di patologie alla tiroide su cui andrebbe posta massima attenzione”: è questo quello che hanno denunciato ai politici veri quelli che la politica la fanno per davvero e che hanno la possibilità di incidere sulle scelte. Una giornata davvero speciale che ha generato grande emozione anche durante il cambio di guardia avvenuto fuori al palazzo del senato. I ragazzi credono davvero nei valori della Costituzione e ne fanno la loro bandiera di vita e chiedono ai politici di non tradirli.

 

Luigi Monda

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore