Napoli, chiude la pizzeria Brandi

Redazione

La città si mobilita. Oggi iniziativa con i pizzaioli napoletani.

NAPOLI -  La storica pizzeria Brandi, quella cha inventato la Margherita, chiude e Napoli si mobilita. Pd ed ecorottamatori Verdi lanciano una proposta di legge regionale per tutelare i marchi e le aziende storiche della Campania assieme all' on. Assunta Tartaglione candidata alla segreteria del partito democratico.
Promotori del progetto sono il consigliere regionale Peppe Russo ed il membro dell' esecutivo nazionale dei Verdi Francesco Emilio Borrelli che dopo l' ultima vicende riguardante la storica pizzeria Brandi il locale dove è stata inventata la pizza margherita che si avvia alla chiusura hanno deciso di lanciare oggi pomeriggio al Gambrinus una battaglia in difesa dei locali che hanno fatto la storia di Napoli e della Campania e che sono conosciuti in tutto il mondo.

"E' chiaro che il mercato e la crisi economica che stiamo vivendo soprattutto nel mezzogiorno - spiegano Russo e Borrelli - possono essere devastanti per alcune attività ma è altrettanto evidente che le istituzioni locali non possono restare indifferenti e soprattutto non possono permettere che dei marchi storici scompaiano per sempre senza cercare una modalità di tutela di questi patrimoni. Ad esempio favorendo consorzi e associazioni di gruppi imprenditoriali che insistono sui nostri territori in alcuni casi da secoli".
Con i titolari del Gambrinus Antonio ed Arturo Sergio, Gino Sorbillo e l' associazione dei pizzaioli napoletani si è deciso quindi di attivare un mobilitazione con un sostegno concreto a queste aziende in grande difficoltà che come è successo già con la libreria Guida ed il cinema Arcobaleno corrono il rischio di scomparire per sempre facendo perdere alla città di Napoli un patrimonio culturale ed economico immenso.

L' iniziativa di stamane oltre che a proporre delle soluzioni per contrastare il dramma di molti locali storici che stanno chiudendo è anche l' occasione per rendere noto un accordo programmatico
comune tra Pd ed ecorottamatori Verdi sui temi dell' ambiente, del sud e del dramma disoccupazione.
"Dai laghi alla mancanza di siti di compostaggio - spiegano Russo e Borrelli - la tragica deriva della nostra regione è sotto gli occhi di tutti. Bisogna costruire una nuova coalizione di centro sinistra che passando per le primarie ci faccia scegliere un candidato vincente per la tornata del 2015. Intanto dobbiamo lavorare in modo unito anche con gli altri partiti di opposizione per rafforzare e rilanciare una coalizione vittoriosa già per le amministrative del 2014".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore