Piazzolla di Nola, trovate lastre di amianto

Redazione

PIAZZOLLA DI NOLA – Scoperta dai carabinieri di Piazzolla di Nola una vera e propria discarica di veleni a cielo aperto, dove i soliti incivili delinquenti, o i soliti disperati, giorno dopo giorno hanno sversato rifiuti speciali pericolosi, le famose lastre di amianto.

E sono sicuramente da condannare, ma è normale che in una società, cosiddetta civile, lo Stato prima permette il commercio di materiali cancerogeni e, poi , una volta scoperto la sua pericolosità, pretende che sia il cittadino a smaltirli a sue spese senza nessun tipo d’aiuto? Quanto costa tutto ciò alle casse dello Stato tra intervento delle forze dell'ordine, recupero e smaltimento dei materiali? Forse ci sarebbero meno costi, se si permettesse alle aziende e ai cittadini di smaltirli gratis in un luogo concordato e sicuro.

Le lastre d’amianto, circa 50 metri cubi di rifiuti speciali pericolosi, sono state trovate in un appezzamento di terreno in località “Casone” dai militari di Piazzolla di Nola , alcune erano anche parzialmente bruciate, insieme a scarti di lavorazione edili e tessili, elettrodomestici e imballaggi. Sul posto è stato fatto intervenire il personale dell’ Arpac per la caratterizzazione dei materiali.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Napoli Club Marigliano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250