Nola, ricatto dopo rapporto omosex

Redazione

Ricattavano le loro vittime, che sceglievano con cura in base ai loro gusti sessuali, dopo averle adescate.

 NOLA-  La scorsa estate un uomo di 40 anni ha denunciato alla Procura della Repubblica di Nola di essere stato ricattato da due uomini dopo aver avuto un rapporto sessuale con uno di loro. I due sono stati posti agli arresti domiciliari questa mattina dai militari della Compagnia Carabinieri di Nola, che hanno eseguito un’ordinanza di applicazione della misura cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Nola.

Si tratta di Lombardi Damiano di San Paolo Bel Sito di 38 anni e di  Giannetti Paolino di Nola di 23 anni denunciati per i reati di estorsione e tentata estorsione.

Le  misure restrittive sono state emesse a conclusione di una indagine diretta dalla Procura della Repubblica di Nola che ha consentito di identificare i due soggetti, che  la scorsa estate, si sono fatti consegnare la somma complessiva di 800 euro dall’uomo dell’agro nolano, minacciandolo di divulgare un filmato in loro possesso che lo ritraeva in atteggiamenti compromettenti di natura omosessuale.

Le indagini hanno consentito di documentare ulteriori tentativi di estorsione da parte del Lombardi nei confronti di altri uomini con minacce dello stesso tenore (divulgazione delle propensioni sessuali sul conto delle loro vittime).

Attraverso le intercettazioni si è avuto modo di documentare la sistematicità con cui, in particolare il Lombardi,  individuava le proprie vittime, avendo personale conoscenza circa le loro propensioni sessuali , (lo stesso denunciante dichiarava di essere stato approcciato sessualmente dal Lombardi qualche tempo prima), che ricattava poi con richieste di denaro, ben consapevole che la divulgazione di informazioni di quel tenore avrebbero danneggiato la sua vittima.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore