Pomigliano D’Arco, sequestrati 2,4 tonnellate di fuochi illegali

Redazione

Arrestate 3 persone - FOTO -

POMIGLIANO D’ARCO -  Arrestati tre giovani, sorpresi mentre confezionavano fuochi d’artificio illegali. I giovani, un 24enne ed un19enne, di Massa Di Somma, e un 23enne di Somma Vesuviana. Sono stati arrestati per fabbricazione e detenzione illegale di materiale esplodente dai carabinieri della stazione di San Sebastiano al Vesuvio .

I militari li hanno sorpresi mentre confezionavano ordigni esplosivi artigianali all’interno di un laboratorio, attrezzato alla scopo, realizzato nel seminterrato di pertinenza di una pizzeria di via Nazionale Delle Puglie a Pomigliano D’Arco e in un deposito attiguo, nelle immediate adiacenze di civili abitazioni.

Durante la perquisizione sono state sequestrate 2,4 tonnelate di fuochi illegali
- 57.600 ordigni tipo “rendini” da 40 gr;
- 1.500 ordigni tipo “rendini” da 80 gr;
- 1.420 ordigni tipo “cipolle”
- 25 artifizi pirotecnici di iv categoria di vario genere;
- 3 ordigni tipo “batteria napoletana”;
- 100 micce artigianali;
- 10 kg di polvere pirica sfusa;
- materiale vario e strumentazione per confezionamento.

Il materiale è stato catalogato con il supporto  della squadra artificieri del Comando Provinciale di Napoli, che, a scopo precauzionale, ha fatto evacuare i nuclei familiari residenti nello stabile. I giovani sono stati  posti agli arresti domiciliari.

Altri arresti  
e denunce sono stati effettuati a Torre Del Greco,  dove a finire nella rete delle forze dell’ordine per detenzione illecita di materiale eplodente è stato Carmine Pernice , 28 anni, già noto ai militari. Mentre a Cardito è stato denunciato dai carabinieri di Casoria, per detenzione abusiva di fuochi pirotecnici, un uomo di 51 anni, che aveva in casa 9 kg di manufatti artigianali di tipo esplosivo e 537 kg di materiale esplodente di 4ª e 5ªcategoria.
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore