Saviano, Giacomo Scotti letterato savianese

Pasquale Iannucci

SAVIANO - Augurissimi al nostro concittadino Giacomo SCOTTI per l’85° Compleanno e per i 65 anni di attività letteraria. Giacomo Scotti, poeta, narratore, favolista, storico, critico letterario, traduttore e giornalista, è nato a Sirico di Saviano il 1° Dicembre del 1928. Fino al compimento del ventesimo anno di età è vissuto nel paese nativo, quando per una serie di motivi fu costretto a trasferirsi prima ad Istria e poi a Fiume, dove è rimasto fino al 1972. Sradicato dalla propria terra, per motivi familiari si trasferì dopo a Trieste dove dal 1972 risiede facendo la spola tra il Friuli – Venezia Giulia e la Croazia e realizzando progetti fra le due sponde dell’Adriatico. Il Suo cuore e la sua mente, però, sono sempre rivolti al suo paese d’origine. Dal 1948 ad oggi ha pubblicato, oltre 170 opere, fra cui una trentina di raccolte e di pubblicazioni. Fra le opere più recenti e di valore antologico ricordiamo una poderosa raccolta di poesie, “Tra due mari” , edita a Trieste nel 2006 e un’antologia in due volumi apparsa a Rijeka/Fiume col titolo “Versi di una vita”.

Tra le opere di narrativa ha suscitato particolare attenzione “Racconti fra due mondi”. Gli vengono inoltre attribuiti numerosi libri di favole e leggende del mare Adriatico. Numerosi sono pure i riconoscimenti letterati ottenuti per essere stato mediatore di cultura diffondendo la letteratura italiana nei paesi della ex Jugoslavia e la letteratura slava in Italia: Ha ricevuto diversi premi e consensi tra i quali: Il I° Premio città di Fiume nel 1972, Il Premio internazionale “Scrittore di Frontiera Umberto Saba” nel 2004, Premio internazionale “Calabria “ e “Cassino” nel 2005, Premio internazionale “Fulvio Tomizza” nel 2006, Premio Omnia nel 2008 e il Sigillo d’Oro con la cittadinanza onoraria della Città di Monfalcone, l’onorificenza di Commendatore dell’Ordine della Stella della Solidarietà e della Repubblica Italiana concessa dal Capo dello Stato Giorgio Napolitano. Nell’autore confluiscono la ricchezza e la profondità dei sentimenti, il sogno e la sensibilità del passato sempre nostalgico, l’esperienza di uomo umile con il fervore e la verve poetica che affiorano liberamente nel suo animo Egli si definisce uno che si muove come una canna al vento; uno che vede la vita un pò torbida e un pò estranea; uno che vede un foglio bianco scritto dal sole e la mano che lo cancella, uno che vede i miracoli dell’amore e della solidarietà, uno che ha un ricordo bello ed indelebile del proprio paese, degli amici e della scuola che ha frequentato. La sua grande capacità di esprimersi nel meraviglioso mondo poetico e la sua attualità in una società che evolve vorticosamente gli conferiscono un prestigio incontrastato. Il romanzo autobiografico dal titolo “Per caso e per passione” pubblicato quest’anno, ricalca, in modo straordinario il valore letterario e culturale del poeta. In questo mese di Novembre 2013 sono stati organizzati in suo onore vari incontri, convegni e manifestazioni per festeggiare i suoi anniversari.

- Nel corso del Convegno, promosso dalla Prof.ssa Maria Teresa Iervolino e organizzato il 26 Novembre presso la sala multimediale del Comune di Napoli, il Sindaco Dott. Luigi De Magistris insieme all’Assessore alla Cultura Palmieri, ai Docenti dell’Università “Federico II “ e dell’”Orientale” Cattedra di Slavistica, hanno reso omaggio allo scrittore per le sue opere e per le sue creazioni letterarie.

- Il 27 Novembre 2013 La festa organizzata presso l’Auditorium di Saviano dal Prof. Paolino Scotti Preside dell’ I. C. “2 A.Ciccone” di Saviano, ha avuto lo scopo di ringraziare lo Scrittore (e anche zio del Preside P.Scotti) per tutto quello che ha fatto attraverso un’instancabile attività letteraria. Una persona umile, dolce e affettuosa a cui la rotta della vita ha incrociato spesso il mare dell’Adriatico e la costa della Macedonia, rafforzandogli il valore del sacrificio e della condizione sociale. In onore del Poeta e Scrittore Savianese, la Scuola Media di Saviano, ha organizzato una manifestazione, presentata e coordinata dalla Prof.ssa Rosa Franzese che ha visto l’alternarsi di tre momenti: l’esibizione dell’orchestra della Scuola Media diretta dal Prof. Ciro Perris, la recitazione da parte degli alunni nelle poesie dal tema “la nostalgia” e l’introduzione di alcuni brani musicali interpretati dai maestri di strumento con il violino (Andrea Esposito), la chitarra (Ciro Perris), il pianoforte (Marino Lucia) e il clarinetto. L’iniziativa si è conclusa con gli interventi delle Autorità Istituzionali. Il Preside ha ringraziato tutti i partecipanti rivelando i profondi sentimenti affettivi e sinceri per lo scrittore e la nostalgia del poeta nello sradicamento dall’ambiente di origine. Ha evidenziato la necessità della lettura e dei libri che servono a ridurre le distanze, ad accorciare la lontananza e a rendere la vita più lieta e serena. Tutti questi sentimenti sono assemblati insieme nell’arte della musica e della poesia. Lo Scrittore, commosso da tanto affetto e supporto morale con gli occhi lucidi e voce tremante, ha recitato una poesia di ringraziamento a tutta la platea presente. L’Assessore alla Cultura e ViceSindaco di Saviano Dott. Francesco Iovino ha sottolineato il vigore e la capacità dei giovani di Saviano, sempre pronti e attivi a rappresentare gli eventi culturali che Saviano vive e propone. La manifestazione si è conclusa con i saluti e gli elogi da parte degli amici, conoscenti e familiari che gli hanno augurato una vita ancora serena, piena di gioia e soddisfazioni dovuta ai molti successi che l’attività culturale continua ad offrirgli.

- Il 30 Novembre 2013 presso la Sala Consiliare del Comune di Saviano, la Pro-Loco e l’Associazione Onlus “Obiettivo Saviano” hanno promosso un incontro culturale in onore dello scrittore Italo-Croato organizzato dalla Prof.ssa Maria Teresa Iervolino. Il Convegno coordinato dalla Prof.ssa Paola Ammirati ha visto la partecipazione del Sindaco Dott. Carmine Sommese, del Vice Sindaco Dott. Francesco Iovino e della Prof.ssa Costanza Aschettino che, con i saluti ai presenti in sala e gli Auguri dei due Anniversari del Poeta, hanno espresso le felicitazioni per i successi ottenuti mediante i componimenti e la pubblicazioni delle opere. Di seguito sono intervenuti i seguenti relatori: l’Ins. Tina Romano con l’esposizione dei ricordi di una giovane Insegnante che come Maestra raccontava ai propri alunni le favole, le novelle e le poesie dell’illustre concittadino; nel commento della Prof.ssa Maria Teresa Iervolino viene evidenziata la realtà storica del mediatore letterario con una visione ambientale che si dipinge con i colori caldi dell’affetto e della bontà. Ha ricordato i momenti amari e tristi trascorsi dal poeta dopo la scomparsa della cara mamma e della morte di un fratello caduto a Sirico per mano dei Nazisti. Ha poi sintetizzato l’ultima opera del Poeta “Per caso e per Passione”; il Preside, Prof. Vincenzo Ammirati, Scrittore e Direttore della Testata Giornalistica “Obiettivo Saviano”, ha iniziato il commento partendo dalla “Visione Nostalgica” del collega, illustrando il contenuto profondo delle sue opere che riflettono il “Pathos” della lontananza dalla Terra natia. Il Preside, affettuosamente, lo chiama “Zingaro intellettuale” per due motivi: il primo per i suoi continui viaggi tra l’Italia e la Croazia, il secondo per l’ubicazione in un paese popolato da Zingari. Egli rappresenta nel suo percorso il mediatore delle due letterature e delle due storie con l’obiettivo di avvicinare le due nazioni e collaborare attraverso la cultura allo sviluppo morale e sociale della vita dei due paesi. Il convegno si conclude con la Targa ricordo, offerta al Poeta dal Sindaco di Saviano a nome dell’Amministrazione Comunale e i ringraziamenti finali del festeggiato che commosso ha offerto alla platea presente la lettura suggestiva di alcuni versi della sua poesia molto applaudita.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore