Nola, falsi mandati: arrestati tre dipendenti comunali

Redazione

“Mandatopoli”,arresto di tre dipendenti comunali. Il sindaco Biancardi: “Si vada fino in fondo. Sia restituito ai cittadini fino all’ultimo centesimo”. Manfredi PD: "Vicenda di gravita' inaudita, servono risposte forti".

NOLA - Arrestati tre dipendenti del Comune di Nola  e un imprenditore per i falsi mandati di pagamento, su cui stava indagando la magistratura. La notizia è esplosa questa mattina nella città di Nola ancora incredula.
Subito dopo aver appreso la notizia dell’esecuzione delle quattro ordinanze di custodia cautelare per la vicenda dei falsi mandati di pagamento, che coinvolge dipendenti comunali ed imprenditori, il sindaco Geremia Biancardi ha voluto ringraziare la magistratura e le forze dell’ordine che indagavano sulla squallida vicenda.

“Ringrazio la magistratura e le forze dell’ordine per averci aiutati a squarciare un velo e spero che andranno celermente fino in fondo.  Dal canto nostro  continueremo, come abbiamo già fatto, a perseguire l’interesse della città, anzi, alzeremo ancora di più la guardia per evitare anche il minimo fenomeno di corruzione”. - Ha continuato Biancardi  -
Ci costituiremo parte civile per ottenere la restituzione di quello che ci è stato indebitamente tolto, affinché ai cittadini, sia restituito fino all’ultimo centesimo”.

 Anche il deputato nolano del PD Massimiliano Manfredi, membro della Commissione Antimafia, è rimasto sconcertato dalla notizia. "La vicenda che ha portato in queste ore all'arresto di tre funzionari del Comune di Nola e di un imprenditore è semplicemente di una gravità inaudita, e getta ulteriori ombre sul rapporti tra istituzioni e malaffare che da troppo tempo affliggono e mortificano il territorio. L'inchiesta sui mandati truccati di pagamento al Comune - continua - parte da lontano e svela l'esistenza di un sofisticato e reiterato sistema illegale che ha coinvolto pienamente pezzi della macchina amministrativa senza alcun controllo efficace da parte di chi negli anni avrebbe dovuto assicurarne il corretto funzionamento. Un plauso va a Magistratura e Forze dell'Ordine, che hanno fatto e continueranno a fare chiarezza su tale sistema rompendo quel muro di omertà che ne ha a lungo favorito la sopravvivenza. Ora però, alla luce di quanto già accaduto nelle scorse settimane con l'inchiesta locale sulle truffe assicurative, è giunto il momento di dare risposte forti a Nola e all'intera area che la circonda".

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ASM Service Mercedes Benz Marigliano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250