Piazzolla di Nola, trovati 40 sacchi di pezze

Redazione

Abbandona un notevole quantitativo di pezze in zona agricola di Piazzola di Nola. Gli agenti del Nolano della Polizia Provinciale rovistano nelle buste, scoprono il trasgressore e lo obbligano a smaltire i rifiuti regolarmente

PIAZZOLLA DI NOLA  -  Prosegue senza sosta l’attività di vigilanza e controllo del territorio al fine di contrastare l’illecito abbandono di rifiuti speciali. Sono state controllate, infatti dalla Polizia Provinciale, diverse zone del nolano dove avvengono di continuo gli sversamenti di rifiuti di varia natura.

In località Bosco del Gaudio di Piazzolla di Nola, zona adibita alla coltivazione di frutta, è stata scoperta un rilevante cumulo di spazzatura, da parte della Polizia Provinciale di Nola. Immediatamente sono scattati i controlli degli agenti intervenuti, che sono riusciti ad individuare il colpevole dello sversamento illegale attraverso un documento di trasporto contenuto nelle buste condominiali, contenenti ritagli di stoffa.

I poliziotti, dopo un’ accurata verifica sulla titolarità dell’ azienda riportata nel documento, si sono recati presso la nota ditta di produzione di capi di abbigliamento, sita in località Ferrovia di San Gennaro Vesuviano. Vedendosi scoperto il titolare della ditta, sig. T.F., si è dichiarato responsabile dell’abbandono e si è reso disponibile a porre rimedio al malfatto.

Per evitare che i rifiuti, 40 sacchi neri condominiali pieni zeppi di pezzi di stoffa,  fossero dati alle fiamme, gli agenti stessi hanno accompagnato il titolare sul posto dell’abbandono, che li ha caricati sul proprio mezzo e li ha riportati presso la sede della sua azienda, dove sono stati sottoposti a sequestro giudiziario.

L’A.G. dopo aver sentito il responsabile del Distretto Nolano, della Polizia Provinciale, il ten. Andrea Valente, ha convalidato immediatamente il sequestro e ha obbligato il trasgressore a smaltire regolarmente i rifiuti rinvenuti.

Foto coperta da copyright

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore