Mariglianella, raccolta fondi per Auschwitz-Birkenau

Redazione

L’Associazione Populorum Progressio sostiene la raccolta fondi per il restauro dei siti di Auschwitz-Birkenau Campi di Sterminio nazisti da conservare per la memoria storica e come monito affinché non si ripetano Mai Più.

MARIGLIANELLA – Si è tenuto, mercoledì scorso a Mariglianella presso la pizzeria “La Tana di Obelix”, uno degli incontri di riflessione, solidarietà e sostegno alla Campagna Internazionale “Intervene Now Auschwitz-Birkenau-Are you In or Out? ”.Sul territorio dell’Agro Nolano una importante iniziativa per la raccolta di fondi a sostegno del restauro dei Campi di Concentramento di Auschwitz e Birkenau è stata promossa dall’Associazione onlus “Populorum Progressio” presieduta da Giovanni Malesci, riconfermato consigliere comunale nelle recenti elezioni amministrative a San Vitaliano ed assessore con il rieletto sindaco, Antonio Falcone.

La fragilità strutturale di quei siti storici, patrimonio dell’umanità dell’UNESCO, è stata constatata direttamente nel corso dei numerosi viaggi organizzati dalla Populorum Progressio, in questi ultimi anni, per Polonia nel periodo di celebrazione della “Giornata della Memoria” che ricorre il 27 gennaio. Nell’anno 1945, proprio il 27 gennaio, i cancelli di Auschwitz venivano spalancati dall’Armata Rossa svelando al mondo intero l’orrore che nascondeva il regime nazista sotto l’insegna “Arbeit macht frei”: lo sterminio di massa degli Ebrei, l'annientamento di Polacchi e Zingari, di Testimoni di Geova ed omosessuali, di oppositori politici nonché dei prigionieri di guerra e deportati di diverse nazionalità.

Oggi occorre assicurarne la continua manutenzione ed interventi di restauro in diversi punti di quel luogo che comprende una superficie di 200 ettari con 13 chilometri di filo spinato, 300 rovine incluse camere a gas e crematori, la rampa di arrivo e selezione, edifici e baracche, le oltre 110.000 scarpe comprese quelle dei bambini, migliaia di valigie, 250 scialli per la preghiera ebraica: queste le tracce da preservare, custodire e tramandare per non dimenticare il più grande crimine dell’umanità e per tenere viva la memoria di tutte le sue vittime.


Il saluto introduttivo è stato portato da Pasquale Piccolo e Francesco Corcione della Populorum Progressio, accompagnatori dei viaggi in Polonia. Dopo la pizza le riflessioni, molti ritornanti sugli intensi viaggi esperienziali vissuti dai presenti con le visite ai campi di Auschwitz-Birkenau.
All’incontro hanno partecipato, da San Vitaliano e Marigliano, il presidente della promotrice Populorum Progressio, Giovanni Malesci con la gentile consorte, professoressa Daniela Matrisciano ed il loro figlioletto Antonio; animatori socioculturali Emilio Sena, Rosario Iorio e Tina Rea e l’atleta della Volley Populorum Progressio, Stefania Lombardi. Da Mariglianella, Pamela Felicella, farmacista; Stefania Lo Regio, altra pallavolista della P. P. V.; Lina Castaldo, dell’Azione Cattolica; Giovanni Corbisiero del Forum Comunale dei Giovani; da Brusciano, il sociologo e giornalista Antonio Castaldo; da Somma Vesuviana, il docente Antonio Spiezia e da Quarto, Gilda Ruzzi. Ognuno ha fatto la propria donazione per aiutare la citata opera di restauro.
Giovanni Malesci ha affermato “l’importanza di questa iniziativa che sta nell’assicurare ai giovani di oggi e di domani la fisicità della memoria, la tangibilità dell’orrore commesso dall’uomo contro l’uomo. Per questo, non si tratta di un banale restauro architettonico, archeologico, ma di un vero e proprio investimento sul futuro dei giovani”.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore