Marigliano, presentato Gens Mariliani

Redazione

Foto

 MARIGLIANO - Un Castello Ducale già calato in un'atmosfera medioevale ha accolto ieri la conferenza stampa di presentazione dell'evento Gens Mariliani. Merito degli studenti del Liceo scientifico Cristoforo Colombo e dell'Istituto professionale Galileo Ferraris, che hanno curato le ricerche storiche e la realizzazione di costumi d'epoca.

La città apre le porte alla terza edizione di “Gens Mariliani - La corte del duca” con la partecipazione di gruppi in costume di varie città italiane, che vantano una ricca tradizione in tal senso tra cui anche i figuranti di Lauro. A presentare il programma della kermesse che si terrà il 4 e il 5 maggio sono stati Pasquale Beneduce, membro del direttivo dell'Associazione culturale Pan/Polis, Simone Ottaiano, account manager Sema, il sindaco Antonio Sodano, l'assessore alla cultura Vincenzo Caprio.

Presente anche Giuseppe Aselli, presidente del sodalizio Pan Polis che ha offerto la propria progettualità al Comune per far entrare l'iniziativa nel circuito di un finanziamento regionale di oltre 120 mila euro. "Per fare un evento di così vasta portata che prevede scenografie e abiti d'epoca -chiarisce Pasquale Beneduce - ci vogliono fondi, ma la città avrà sicuramente un ritorno in termini di economia e promozione culturale".

E aggiunge il sindaco Antonio Sodano:"La Giunta ha deciso di appoggiare iniziative che abbiano un impatto e un riscontro nella cittadinanza. Ho detto anche a Radio Entropia e all'Associazione Skidoo di mettersi insieme e di creare una progettualità valida che possa rientrare negli eventi comunali". L’incontro è stato moderato dalla giornalista Carmela Maietta che ha stimolato il dibattito con domande precise e puntuali ricordando l'importanza dell'identità e della memoria per le nuove generazioni.

Per l’occasione sono stati presentati gli ospiti e gruppi storici, che animeranno la due giorni dedicata alla riproposizione di alcuni episodi significativi della storia di Marigliano tra cui l'incendio e l'assalto al castello da parte di Andrea Fortebracci, detto Braccio da Montone, capitano di ventura qui giunto per liberare il feudo dalla dominazione di Annechino Mormile, ribellatosi alla regina angioina di Napoli Giovanna II.

Le strade antistanti al castello ospiteranno il mercato medioevale da parte della Coldiretti. I ragazzi delle scuole, invece, faranno da ciceroni guidando i visitatori negli ambienti del Castello Ducale. Sarà possibile anche assistere a coinvolgenti spettacoli a cura di noti gruppi storici, come gli Archibugieri Trombonieri Senatore di Cava de’ Tirreni e gli Sbandieratori Marino Marzano.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore