Acqua, Sel: Biancardi rispetti la sentenza del Consiglio di Stato

Redazione

Sel:invece di fare polemiche sterili Biancardi guardi alla sentenza del Consiglio di Stato

NOLA -  Durissima nota di Sinistra Ecologia e Libertà: “Il referendum per l’acqua pubblica va difeso nei fatti, non nelle chiacchiere. Biancardi la smetta di fare lo struzzo e di votare tariffe dell’acqua che scaricano sui cittadini i profitti dei privati”

“Invece di polemizzare con il Comitato Civico e con la GCIL – precisa la nota del partito di Via Fonseca - il Sindaco dovrebbe prendere atto che proprio il 31 gennaio il Consiglio di Stato si è pronunciato sulla immediata applicabilità dei referendum e ha disposto l’eliminazione della remunerazione del capitale investito dalla tariffa con una sentenza che non esitiamo a definire storica.

Il massimo organismo della giustizia amministrativa – proseguono dal partito di Nichi Vendola - ha dato clamorosamente torto a chi, come molti sindaci del nolano, dopo il referendum ha continuato a deliberare tariffe comprensive della remunerazione del capitale investito.
Ieri il Consiglio di Stato li ha clamorosamente smentiti, sottolineando una volta di più che il referendum è invece immediatamente applicabile.

Forse al nostro Biancardi dovrebbero un po’ fischiare le orecchie. Con molta faccia tosta infatti non perde occasione per dire di difendere i referendum, ma a tempo debito - insieme ai suoi colleghi di ATO 3 - ha deliberato le tariffe del 2011 non tenendo conto degli esiti referendari e continuando a inserire nella tariffa il profitto cancellato dal referendum proprio due mesi prima. Proprio ciò che il Consiglio di Stato ha bacchettato!

Noi - conclude sarcastica la nota - speriamo sempre che egli si ravveda e abbandoni cattivi consiglieri. Ma almeno per ora ogni volta che si parla di acqua il sindaco di Nola prova a buttare la palla in tribuna e rimanda tutto a una legge nazionale, sicuro com’è che questo parlamento di destra non ha nessun interesse a rispettare la volontà dei cittadini. Per fortuna i sodali del Sindaco di Nola presto torneranno a casa ed egli perderà il suo paravento, badando magari a fare finalmente gli interessi dei cittadini che dovrebbe rappresentare”.

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore