Marigliano, boom di passi carrai abusivi

Redazione

MARIGLIANO - Record di passi carrai abusivi a Marigliano. Sono centinaia gli abusi perpetrai in città che riguardano l'apertura di varchi sulla pubblica via e sui marciapiedi senza autorizzazione. Dalla nuova Via Isonzo fino all’ex tratta della Circumvesuviana, che va da Corso Vittorio Emanuele III a Corso Umberto I,  fino all’altezza di Villa Galdi, i passaggi fuorilegge non si contano.

Sono sul piede di guerra gli ambientalisti che ricorrono agli esposti . Nonostante le modifiche alle recinzioni delle proprietà private prevedano l’obbligo di chiedere l’autorizzazione al Comune, sono pochi i cittadini che si mettono in regola. Oramai i marciapiedi tra tendo strutture delle attività commerciali e passi carrai abusivi sono diventati di uso privato.

Si elude e ci si prende gioco della legge nonostante i passi carrai aperti su strade pubbliche e soggette, dunque, a pubblico transito sono completamente irregolari dal punto di vista tecnico e dal punto di vista tributario in assenza di concessione dal Comune. Le richieste pervenute al Palazzo di Città, infatti, sono veramente pochissime, così come pure i canoni intascati.

"I soliti furbi -denunciano gli ambientalisti- che credono di essere meglio degli altri non esitano a danneggiare e a modificare persino marciapiedi e scivoli pubblici con listoni delimitativi o altre opere, pur di aprire sbocchi dalle aree private alle aree di pubblico passaggio, facendoli passare per passi a raso". Intanto viene chiesto di effettuare un monitoraggio in tal senso e di porre fine alle illegalità.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore