Marigliano, presentato il calendario dei vigili urbani

Redazione

Dedicato quest’anno alle frazioni di San Nicola e Casaferro e ad alcuni suoi illustri abitanti

MARIGLIANO -   Lunedì, mattinata di grandi numeri e prestigiose presenze,  per la presentazione del calendario 2013 della locale polizia municipale al Comune. La stanza del sindaco, gremita come non mai, ha accolto la nuova edizione del calendario, che conclude così il ciclo di calendari dedicato alle frazioni di Marigliano, a cui hanno dato impulso negli anni con le proprie ricerche storiche, lo studioso Giovanni Villano e per finire Antonio Esposito, entrambi per anni collaboratori del periodico cattolico "Il Risveglio".

Il ricavato della vendita dei calendari, che saranno distribuiti in cambio di un'offerta libera, andrà alla fondazione Migrantes della Cei, nel ricordo di monsignor Bruno Schettino, nato nella frazione San Nicola e impegnato fino alla fine dei sui giorni per l'inserimento e la lotta alla povertà dei cittadini venuti da altri paesi, che ha portato molti a chiamarlo “il Vescovo degli immigrati”.

L'iniziativa, fortemente voluta dal comandante della polizia municipale, Giuseppe Caliendo, quest'anno si è soffermata sulle origini storiche e i personaggi delle frazioni Casaferro e san Nicola, in particolare sulle figure del servo di Dio, padre Michelangelo Longo, sull'opera umanitaria del compianto, appunto, monsignor Bruno Schettino, arcivescovo di Capua e responsabile della commissione episcopale per le migrazioni, e dei due fratelli illustri monsignor Vincenzo Riccio e l'on. Stefano Riccio, avvocato, che ha contribuito alla stesura degli articoli della Costituzione.

Altre tematiche affrontate sono quelle della sicurezza, della legalità e della prevenzione all'abuso di alcol con una campagna di sensibilizzazione avviata dai vigili nei locali della movida e nelle scuole. Eventi più di colore sono quelli che hanno riguardato anche il fiocco azzurro che ha investito il tenente Salvatore Matrisciano, diventato nonno del bellissimo Matteo, la laurea in casa Guadagnino-Ferraro e quella del vigile Giovanni Lipari, oltre che il giuramento dell'agente Vittoria Russo.

"Momenti di vita della polizia municipale che deve essere vista di prossimità al fianco del cittadino", sottolinea il comandante Giuseppe Caliendo. All'evento erano presenti i familiari di padre Longo, tra cui il nipote Fulvio Longo, i fratelli di monsignor Bruno Schettino, Luigi, Rosa Maria, Glauco ed Emilio e  il figlio dell'on Riccio, Giuseppe, docente di diritto penale all'Università Federico II, con i nipoti Luigi e Pasquale e le loro famiglie.

"Quest'anno che sta per finire è stato un anno difficile - commenta il sindaco Antonio Sodano - ma è in momenti come questi che deve crescere il senso del bene comune, inteso come creazione di città più vivibili, a misura di cittadino". E aggiunge l'assessore Giuseppe Allocca:"Un cittadino che si sente sicuro vive meglio. Ecco perché quest'anno il nostro lavoro è stato tutto incentrato sulla sicurezza urbana. A novembre abbiamo inaugurato un sofisticato sistema di videosorveglianza nelle zone più a rischio".

Vita vissuta che diventa indelebile con questo calendario che i collezionisti e gli appassionati custodiranno gelosamente.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore