Nola resta nell'Agenzia Nolana

Redazione

Il Consiglio comunale, però, chiederà di togliere all'Agenzia tutti i compiti relativi alla gestione ed all'attuazione del Piano Sociale di Zona previsto dalla L. 328. La soddisfazione della CGIL

NOLA -  Il Consiglio Comunale di Nola ha respinto, in data odierna, la proposta avanzata dai gruppi consiliari di opposizione di uscire dall'Agenzia Nolana. Tra mille contraddizioni, incertezze e divisioni il gruppo di maggioranza ha, invece, avanzato l'ipotesi, che dovrebbe essere formalizzata nell'Assemblea dei Soci (prevista per il prossimo 6 dicembre), di estrapolare dalle attività dell'Agenzia tutti i compiti relativi alla gestione ed all'attuazione del Piano Sociale di Zona previsto dalla L. 328.

La Cgil Nolana esprime grande soddisfazione per questa scelta, da tempo rivendicata, ma solo oggi maturata con colpevole ritardo.
Ricondurre la gestione delle Politiche Sociali nelle mani del Comune Capofila dell'Ambito 23 e non più 11, come ridefinito dalla Regione Campania, assume un rilievo di primaria importanza.
La decisione (evidentemente molto sofferta nel gruppo consiliare di maggioranza, viste le significative assenze) presenta, però, alcuni lati oscuri che il Sindaco avrebbe il dovere di chiarire. Infatti, secondo la proposta avanzata dalla Giunta Comunale, l'Ambito verrebbe "commissariato" da una figura indicata dall'Assessore Regionale Ermanno Russo.
Forse che il Sindaco, la Giunta Comunale e i Consiglieri di maggioranza, non nutrono alcuna fiducia nella professionalità dei dipendenti comunali di Nola?

Non si comprendono i motivi alla base di tale opzione: sembra che si voglia far rientrare dalla finestra ciò che si è ormai costretti a far uscire dalla porta.  E' forte, infatti, la sensazione che su tale indicazione si tenti, ancora una volta, di compiere operazioni scellerate, clientelari e di sottobosco. La vicinanza della tornata elettorale ci fa sentire "puzza di bruciato" e non "profumo di trasparenza".
Il Comune di Nola e quelli dell'intero Ambito hanno, a nostro avviso, le professionalità adeguate per gestire politiche sociali degne di questo nome e nell'Ufficio di Piano è già presente personale altamente qualificato e competente (nonostante le "strane dimissioni" - mai sufficientemente motivate e comprese - di alcuni operatori sociali).
Naturalmente ci auguriamo di sbagliare: lo verificheremo dagli atti e dai fatti.

Intanto le attività assistenziali e sociali sono praticamente ferme: blocco dell'assistenza domiciliare agli anziani, ai disabili, ecc. Gli operatori sociali non vengono pagati da molti mesi, le attività minime proseguono solo grazie all'enorme senso di responsabilità dei lavoratori ai quali va tutto il nostro riconoscimento. Ma il collasso di ogni forma di intervento si fa sempre più vicino e centinaia di cittadini, anziani e non, rischiano di restare senza alcuna forma di sostegno socio-assistenziale.
Avremmo preferito, come da più parti sollecitato e richiesto, che ad essere commissariata fosse l'Agenzia Nolana. L'assenza di risultati (neppure perseguiti), la debolezza progettuale ampiamente dimostrata, l'inadeguatezza strutturale e funzionale, ne fanno davvero un carrozzone inutile e costoso.

La Cgil Nolana, ancora una volta, chiede che le Politiche Sociali vengano ricondotte seguendo le linee indicate dalla Regione Campania con Delibera di Giunta n. 320/2012, disponendo che il Coordinamento Istituzionale d'Ambito eserciti, tra l'altro, le segiuenti funzioni:
a) l'attribuzione ad uno dei comuni associati del ruolo di comune capofila d'ambito, con funzioni di coordinamento e responsabilità di gestione amministrativa e contabile del piano di zona;
b) la nomina del coordinatore e l'istituzione dell'ufficio di piano dell'ambito territoriale;
Quello che dovrebbe essere commissariato, a nostro avviso, è senza alcun dubbio il Consiglio di Amministrazione dell'Agenzia.
Si riprenda al più presto, al di fuori di ogni logica spartitoria, un cammino da molto tempo interrotto.
Il territorio Nolano e i suoi cittadini non meritano di essere danneggiati in tal modo e di pagare amaramente l'assenza di risultati.
Anche in questa occasione ribadiamo l'appello ai Sindaci dei Comuni: abbiate il coraggio e la responsabilità di staccare la spina!

Cgil Zona Nolana
Il Responsabile
Salvatore Velardi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250