Brusciano, un Gruppo di Amici-Giglio per Sant’Antonio

Redazione

A Brusciano “Un Gruppo di Amici” ritorna con un obelisco per Sant’Antonio di Padova nella Festa dei Gigli del 2013.

BRUSCIANO -  Bandiera bagnata, bandiera fortunata. Hanno sfilato imperterriti, nella fredda e piovosa mattinata del primo giorno di dicembre, dietro la nuova bandiera prodotta da “Un Gruppo di Amici-Giglio per Sant’Antonio” e portata presso l’antica Chiesa madre di Brusciano, S. Maria delle Grazie il cui Parroco è don Baldo Lombardi, per avere la benedizione durante la santa messa domenicale.
Al ritorno hanno allietato i numerosi invitati con le musiche giglistiche introdotte dall’Inno a Sant’Antonio il cui testo riproduce fedelmente le parole di don Francesco Monda, parroco testimone, fra i tanti, dell’evento prodigioso ricordato dalla memoria popolare come “ 'O Miracolo 'e Sant’Antonio” del 13 giugno 1875 in Vico Tre Santi a Brusciano: “Che gran prodigio che bel portento/Ostie leggere versate al vento/sul capo fermansi del Dio Bambino/a foggia quasi di un cappellino./Erano sedici le ostie versate/ma solo tredici si sono fissate./Le altre andarono in preda al vento/che gran prodigio, che bel portento!” E da quel momento la tradizione locale vuole che sia nata la “Festa dei Gigli di Brusciano” in onore di Sant’Antonio di Padova.

E dopo il positivo debutto nella trascorsa festa agostana ecco che “Un Gruppo di Amici” raccolte sul campo, apprezzamenti, applausi e fiducia si ripropone con l’idea di stabilizzare l’organizzazione di un nuovo obelisco per Sant’Antonio. Per la logistica l’iniziativa fa sempre riferimento all’accogliente Area di Servizio Erg-Total dei Fratelli Masi dove oggi è stata presentata ufficialmente dagli organizzatori la nuova bandiera con “Un Gruppo di Amici più compatti e uniti di prima con lo stesso ideale e lo stesso spirito, avente come presidente il giovane Biagio Forino e Padrino, Antonio Marinelli. La musica è della Real Giannino Band con il cantante Luigi Giannino e la Paranza è quella dei “Tigrotti di Crispano” che condividono il nostro progetto culturale e religioso. Un grazie ad Alessandro, Francesca Toppi e Famiglia, uscenti dalle cariche di presidente, padrino e madrina ed il plauso al padrino entrante, Antonio Marinelli”.

A dare man forte artistica vi era il decano del patrimonio musicale giglistico bruscianese e campano, il maestro Tonino Giannino. Fra i presenti il consigliere comunale avv. Giuseppe Romano a salutare calorosamente la folta schiera di promotori, sostenitori e simpatizzanti, in questa parte della periferia bruscianese, di via Cucca, la Nazionale delle Puglie, confinante con Mariglianella, ora animata dalle attività della nuova realtà associativa.
Il sociologo e giornalista Antonio Castaldo, invitato da uno dei soci fondatori, l’avvocato Antonio Parrella e dal maestro Tonino Giannino ad intervenire, ha sottolineato “l’importante ruolo svolto dalla Comunità di Brusciano nella salvaguardia della storia e della cultura delle Feste dei Gigli in Campania e del peculiare patrimonio di sani valori religiosi e civili che essa veicola e che trova continuità nel naturale avvicendamento di nuove generazioni come “Un Gruppo di Amici” a devozione di Sant’Antonio di Padova, nel comune percorso antropologico delle feste sorelle e nel rispetto della genesi nolana del V secolo dopo Cristo sotto l’egida del Vescovo Paolino ”.
Fuochi d’artificio, spumante, ricco buffet, musica e canzoni ed i meritati applausi hanno segnato questa cerimonia di presentazione giglistica con una bandiera, di pioggia bagnata e di destino fortunata.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Fratelli Pentella
test 300x250
In Evidenza
test 300x250