Vomero: ancora chiusa la ztl di via Luca Giordano

Redazione

Difficoltà per il trasporto pubblico su gomma

NAPOLI - “ L’ennesimo cedimento, con conseguente transennamento, avvenuto nella ztl di via Luca Giordano al Vomero, sulla carreggiata nel tratto destinato a zona a traffico limitato, a dieci giorni dall’evento non è stato ancora riparato, ripristinando la viabilità né si sono visti fino ad ora operai al lavoro “. E’ questa l’ennesima segnalazione di Gennaro Capodanno, presidente del Comitato Valori collinari, sui tanti problemi che, negli ultimi tempi, affliggono il quartiere collinare della città.

“ Purtroppo, ancora una volta ha ceduto il manto stradale in cubetti di porfido – puntualizza Capodanno -. L’evento è presumibilmente da porsi in relazione con il passaggio continuo di mezzi pesanti, costituiti, tra gli altri, dagli autobus del trasporto pubblico su gomma, oltre che da quelli per il carico e scarico delle merci, consentiti dalle ore 7,00 alle 10,00 e dalle 14,00 alle 16,00 “.

“ A dimostrazione, oltre lo stato attuale dell’intera carreggiata – prosegue Capodanno -, il dato che un altro analogo cedimento, in un tratto posto a breve distanza da quello attuale e sempre nella ztl, si ebbe nell’ottobre del 2010, pochi giorni dopo l’entrata in vigore dell’ordinanza sindacale che istituiva la zona a traffico limitato in via Luca Giordano, tra piazza degli Artisti e via Carelli “.

“ Dal momento del transennamento – precisa Capodanno -, il traffico dei mezzi autorizzati al passaggio nella ztl è stato dirottato sull’altro tratto di carreggiata che era stato precedentemente pedonalizzato, la qual cosa sta creando non poche difficoltà dal momento che i mezzi pubblici su gomma sono ostacolati lungo il loro passaggio dagli automezzi in sosta e dai manufatti presenti sulla carreggiata .  E' auspicabile che non si ripeta quanto verificatosi per il ponte di via Cilea, interdetto al traffico pesante ed in attesa dei lavori di risanamento da oltre un anno e mezzo “.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore