YaBasta! torna alla ex-Stazione di Scisciano

Simone Ottaiano

SCISCIANO - Domenica 30 settembre l’associazione YaBasta! ripulirà la ex-Stazione della Circumvesuviana, da anni abbonata all’incuria.
L’Italia è purtroppo il Paese dell’ “altrismo”. E’ sempre colpa di qualcun altro per qualunque cosa, tutti (o quasi) cercano una causa, un primo motore immobile cui imputare il verificarsi delle sciagure e delle difficoltà che ultimamente sempre più ci affliggono. Molte volte è vero, effettivamente qualcuno ha delle colpe o ha commesso degli errori che danneggiano il benessere e la vita della collettività e magari nemmeno si impegna per porvi rimedio. Ma ciò non giustifica l’ ”altrismo”.

Troppo spesso il cittadino dimentica, ad esempio, che anche se è evidente il malfunzionamento della raccolta differenziata o se le strade non sono così pulite come dovrebbero essere, ciò non giustifica il non separare i rifiuti in casa o il gettare, noncuranti, una carta per terra. Nel nostro territorio c’è però chi finalmente è stanco di aspettare che un “altro” risolva i problemi che sempre più caratterizzano quella che una volta era la “Campania Felix”. Si tratta di un gruppo di ragazzi che con grande intraprendenza hanno deciso di rimboccarsi le maniche e diventare attori protagonisti della propria realtà, affrontando i problemi e le tematiche che “altri” non hanno voluto affrontare. Si tratta dei ragazzi e delle ragazze di YaBasta!, associazione culturale attiva da tre anni sul territorio dell’agro-nolano, che domenica 30 settembre provvederanno con mezzi propri a ripulire l’ex-stazione della Circumvesuviana situata al centro del comune di Scisciano.

I ragazzi di YaBasta! non sono nuovi a questo tipo di iniziative. Già un anno fa si presentarono alla ex-stazione di Scisciano armati di scope, palette e scacchi per la spazzatura, per ridare vita, almeno per un giorno, ad un luogo da lungo tempo abbandonato e che purtroppo, ancora oggi, continua a versare in pessime condizioni: una vera e propria discarica a cielo aperto, simbolo del degrado del nostro territorio. L’iniziativa, che aderisce alla campagna nazionale di Legambiente PULIAMO IL MONDO, che per tre giorni, in tutta Italia, promuoverà il recupero delle aree dismesse e degradate, vuole essere un invito alla cittadinanza a riappropriarsi di spazi che sono un bene comune. Un bene che, se opportunamente curato, potrebbe diventare un centro culturale o di aggregazione o comunque qualcosa di più utile di ciò che è adesso.

D’altronde le attività che YaBasta! svolge sul territorio sono da sempre tese al recupero e alla valorizzazione dei beni comuni, dall’acqua fino all’istruzione e al sapere, come dimostra la creazione della Biblioteca Don Chisciotte e l’istituzione dei dopo-scuola gratuiti. Domenica chiunque potrà partecipare all’iniziativa, dimostrando di non voler più aspettare che “altri” affrontino le difficili questioni che riguardano il nostro territorio. Un’occasione per inviare un segnale forte alle istituzioni che si spera raccolgano la sfida lanciata da un manipolo di sognatori.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore