Pomigliano, arrivano le strisce blu

Francesco Piscitelli

POMIGLIANO D’ARCO – Qualche cittadino ignaro sarà rimasto sorpreso nel veder comparire sui marciapiedi, come funghi spuntati dal sottosuolo, delle inquietanti colonnine metalliche: sono i sostegni dei parcometri che regolamenteranno la sosta dei pomiglianesi. Sì, perché dal primo di ottobre anche Pomigliano adotterà le strisce blu, un metodo per combattere la crisi economica, secondo il Comune, che spera anche di porre un freno al “parcheggio selvaggio”.

La regolamentazione della sosta, in realtà, è un’idea non recente: già durante la corsa elettorale per le amministrative 2010, l’allora candidato sindaco del PD Onofrio Piccolo parlò della possibilità di un sistema di parcheggi e soste brevi a pagamento. Quelle elezioni il centrosinistra le perse, ma nel 2011 l’attuale giunta di centrodestra decide di raccogliere la proposta, pubblicando il bando di gara per la concessione del servizio di gestione dei parcheggi a pagamento. L’importo stimato degli incassi, in 10 anni di gestione del servizio, supera il milione e quattrocentomila euro, secondo le previsioni contenute nel bando.

Mentre, quindi, in questo periodo prendono il via i lavori per mettere a punto la segnaletica orizzontale e installare i parcometri, la società concessionaria del servizio procede all’assunzione di ausiliari della sosta, che si occuperanno di rilevare le eventuali infrazioni. I pomiglianesi sono avvisati.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore