Tutela del Paesaggio, ordine del giorno rinviato

Redazione

I sindaci dell’area vesuviana chiedono un incontro urgente in Regione

L’ordine del giorno relativo al Disegno di Legge sui Piani Paesaggistici, da discutere in Regione Campania dopo l’approvazione delle Commissioni preposte, era previsto per il giorno 2 del mese di agosto. In ordine al nuovo aggiornamento, del DDL citato è scomparsa ogni traccia. Rinviato, a quanto pare, a data da destinarsi.

Dall’area Vesuviana, sottoposta com’è noto ai vincoli normativi derivanti dalla Legge 21 del 2003, meglio conosciuta come “Zona Rossa”, si alza forte il grido di protesta: “Allo sconcerto e alla delusione – chiarisce il sindaco di Sant’Anastasia, dott. Carmine Esposito – si aggiunge la preoccupazione derivante da quasi un decennio di assoluto immobilismo. È nostra premura mettere in sicurezza i territori e questo non potrà avvenire fin quando gli Enti sovracomunali non declineranno normative in merito alla questione posta in essere. Di questo passo, rischiamo di accrescere il disagio e prolungare l’agonia dei nostri territori, ormai vittime dell’immobilismo più miope e dannoso”.

Tra questi, preoccupa il blocco dei condoni datati 1984 e 1995. “La mancata approvazione del regolamento attuativo della Legge 21 del 2003 – continua il sindaco Esposito – oltre a provocare danni dal punto di vista finanziario, ha reso nei fatti impossibile garantire la sicurezza dei territori e oggi non è più il tempo dei rinvii. Dopo mesi, inoltre, di discussioni e proposte volte al superamento di questo atavico blocco. Noi sindaci ci battiamo per la tutela attiva dei territori, in linea con i principi del Disegno di Legge Regionale”.

Arriva, perentoria, la stoccata finale alla politica, spesso incapace di intercettare le esigenze della gente: “La salute dei cittadini e la salvaguardia del territorio – conclude il sindaco anastasiano – non possono risultare merce di scambio politico-partitica né tantomeno risultare vittima della partigianeria più ottusa e strumentale. Questo è il momento delle decisioni coraggiose, per invertire la rotta”.

Stamani, i sindaci del Comprensorio Vesuviano, attraverso una missiva, hanno chiesto al Presidente della Regione Campania, Stefano Caldoro e all’Assessore all’Urbanistica, Marcello Tagliatatela un incontro urgente, al fine di chiarire quanto prima possibile la questione.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore