Marigliano, chiuso il canile dei volontari

Redazione

Chiuso dai Nas il centro Leda gestito da Rossella Pezzella in via Ponte dei Cani

MARIGIANO -  “E’ vergognoso. Mi hanno chiuso il rifugio per cani perché non avevo gli spogliatoi, i bagni e le docce per i volontari che mi aiutano ad accudirli”. A denunciarlo è Rossella Pezzella, responsabile dell’associazione Leda, che da anni si prende cura dei randagi e degli animali in difficoltà. Il suo è un impegno e un amore verso gli amici a 4 zampe riconosciuto da anni di esperienza.

Il comune di Acerra le ha persino dato in gestione un terreno confiscato alla camorra 13 anni fa proprio per consentirle di risparmiarle sui costi di affitto del terreno dove attualmente sono sistemati i cani in via Marigliano, in località Ponte dei Cani. Intanto in questi giorni il servizio veterinario dell’Asl insieme ai Nas ha fatto irruzione nel rifugio attestando che i cani godevano di buona salute e che erano ben tenuti, ma che però la struttura non era adeguata alle recenti normative entrate in vigore nel 2009.

Sono 90 i cani ospitati presso il rifugio di Rossella Pezzella che adesso sarà costretta a trasferire i cani in un canile pubblico. Tra di essi anche un pastore tedesco, Eyes privo di un occhio a cui la Pezzella è molto legata. Cosa gravissime e che dovrebbe provvedere anche a sue spese al costo del loro mantenimento: circa 10 euro al giorno per ogni cane per un totale di 900 euro al giorno e 270 mila euro all’ anno. “E’ follia pura questa. Di professione faccio la guardiana dell’Alenia non navigo certo nell’oro –afferma Rossella- così viene ripagato il mio impegno verso gli animali. Che puniscano quelli che si sono resi responsabili della mattanza dei cani sul Lagno Frezza che sono a piede libero”.

I volontari del centro sono amareggiati perché negli anni sono stati numerosi gli Enti pubblici che si sono appoggiati alla struttura per l’affidamento dei cani tra cui il servizio veterinario dell’Asl di Castelvolturno che trasferì qui 24 esemplari e gli stessi veterinari di Marigliano della struttura pubblica di Casaferro che le diedero da accudire 5 cani provenienti dal canile lager “Cani felici”.

“Insistettero per l’affidamento nominativo –denuncia Rossella- di fronte alle mie rimostranze mi hanno risposto che li avevano affidati a me mica al rifugio. Come se non sapessero che da anni gestisco questa struttura che mi ha fatto guadagnare la stima di tanti animalisti. Non ho parole, in pratica un tranello".

Di Rossella Pezzella e del suo impegno si parla bene ovunque anche sui vari forum su facebook dove sono innumerevoli gli attestati di stima da parte di persone che la definiscono l’angelo custode degli amici a 4 zampe.

Discuti l'Argomento sul Blog

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250