Marigliano, suolo pubblico e merce esposta: è polemica

Redazione

Si inasprisce la polemica sui controlli ai commercianti, sull'occupazione abusiva del suolo pubblico ed esposizione della merce

MARIGLIANO - Sono nell’occhio del ciclone i controlli sull’occupazione del suolo pubblico e la merce esposta sui marciapiedi dai commerciati. Continua la sottile polemica. Tutto è partito da un nostro articolo sul tema. A cui è seguito un risentito comunicato della Polizia Municipale , voluto dal comandante Giuseppe Caliendo.

Adesso è il tenete Salvatore Marino dei vigili urbani, incaricato dei controlli presso i negozi e dispiaciuto per come sono andate le cose, a dire la sua.

"I vigili urbani hanno seguito l’iter previsto per fronteggiare la brutta abitudine di alcuni commerciati di occupare il suolo pubblico e di esporre, abusivamente, la merce fuori dal negozio.

"Sono stati effettuati i controlli e rilevate le multe, ognuna di 149 euro, e comunicate alla Procura in data 16 settembre otto notizie di reato ai sensi dell’art. 650 c.p. per inosservanza all’ordinanza sindacale n. 141/10.

Dopo questi passaggi ho inviato personalmente un’informativa all’ufficio SUAP, al sindaco e al responsabile UOPC dell’Asl competente, al fine di programmare un intervento congiunto per debellare il fenomeno e sequestrare la merce.

Attendevo una chiamata,  quando ho letto sul vostro giornale l’intervento sul territorio effettuato dall’Asl con i carabinieri. Mi chiedo, perché non siamo stati avvisati anche noi dei controlli? E,  visto che ci troviamo, perché al fruttivendolo di fronte alla Farmacia Vivo,  da me sanzionato già due volte, non è stata sequestrata la merce, che tuttora  espone fuori dal negozio?".

 

Discuti l'Argomento sul Blog

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore