Manette per due truffatori

Redazione

Tentano l’acquisto di un’utilitaria esibendo documenti falsi, arrestati due napoletani

Si conclude con un patteggiamento ad otto mesi di reclusione la vicenda dei due truffatori napoletani che, qualche giorno fa, erano stati arrestati su disposizione della Questura di Ancona per aver tentato di raggirare un auto rivenditore di Osimo, in provincia di Ancona, al quale avevano esibito falsa documentazione per l’acquisto di una Fiat Panda.

Protagonisti
del tentato imbroglio il 48enne Giovanni Lana e il 24enne Raffaele Amoruso, che, pochi giorni fa, si erano presentati ad un commerciante di automobili della cittadina marchigiana chiedendo in acquisto una Fiat Panda, avviando pure le procedura per un finanziamento specifico. Tutto regolare tranne che il documento d’identità esibito per poter accedere al prestito e, quindi, poter ritirare la vettura commissionata, era completamente falso. Risultava intestato, infatti, ad un inesistente pallavolista marchigiano.

Completata
l’operazione, non restava che prendere in consegna la Panda e chi si è visto si è visto. Ma, al momento del ritiro, Lana e Amoruso hanno trovato ad attenderli gli Agenti della Squadra Mobile di Ancona, che li hanno arrestati mentre erano ancora all’interno dell’Autosalone preso di mira. Di qui, il processo per direttissima e la condanna, con rito abbreviato, per entrambi i lestofanti targati Napoli, che sono stati rimessi in libertà subito l’udienza che li ha riguardati.
Daniele Palazzo

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore