Marigliano, il sindaco parla del Piano Casa

Redazione

Nell’area PIP saranno costruiti 26 capannoni industriali per una superficie coperta di 50 mila metri quadrati.

MARIGLIANO - Sta facendo tanto discutere il Piano Casa e la costruzione di 250 nuovi  alloggi nel Comune di Marigliano da parte di privati. Le polemiche e i mugugni dei cittadini avvelenano l’aria politica mariglianese. E quindi manifesti su manifesti… anonimi.

Sindaco brutto periodo?
No. Normale amministrazione per uno che è abituato a fare.

Ok. Ma come mai tanta omertà su una vicenda che dovrebbe essere di facile spiegazione. La legge regionale prevede un urbanistica partecipata , sarebbe interessante sapere dai tecnici coinvolti l’esatta consistenza di questo progetto di privati che rischia di assorbire gran parte della disponibilità di vani edificabili del prossimo PUC. Ha letto il comportamento che hanno avuto le persone interessate in Regione con noi?
Si. Ma non lo chieda a me perché si sono comportati così. Se parliamo di Housing Sociale, le posso dire che io ho fatto tutto ciò che impone il mio ruolo. Ho presentato un piano…

.. Che è stato bocciato, mentre in Regione, ribadiamo, hanno approvato o stavano approvando un piano, presentato da privati, che cementificava il nostro territorio con 250 nuovi alloggi.
…Dicevo, ho presentato un piano di Housing Sociale   che si doveva realizzare nell’area PEEP, nel quartiere di Pontecitra, così come previsto e approvato in Consiglio Comunale, tenendomi al minimo delle costruzioni che prevedeva il Piano Casa..

…E glielo hanno bocciato.
Diciamo che la Regione non lo ha ritenuto meritevole. Non voglio entrare nel merito. Forse i nostri tecnici hanno sbagliato qualcosa, visto che progetti simili in altri paesi sono stati additati addirittura ad esempio.

La Regione invece crede alla validità di altri due progetti presentati da imprenditori privati in un area che non è quella indicata dal Comune.
Pare di si.

Non è strano?
A questi progetti possono concorrere anche i privati. È una cosa che non dipende dal Comune. In tutto questo non centra nulla il Comune. Il Comune si atterrà scrupolosamente alle due delibere del 26 febbraio.

La numero 3 e la numero 7?
Certo, poi gli altri facciano ciò che vogliono. È la Regione che decide se un progetto è valido oppure no. Ribadisco che l’unica area interessata a questo tipo di edilizia è il quartiere di Pontecitra.

Intanto non se la prendono con la Regione, a suon di manifesti , se la prendono con lei.
Facciano pure. Ho la coscienza a posto. Il mio unico obiettivo è il PUC. Non sono gli appartamenti. Il mio sogno è dare la possibilità alle persone del mio paese che hanno un pezzetto di terra di costruire una casa per loro e per i propri figli. Io faccio i fatti. Le do una notizia in anteprima . Venerdì sarà approvato la delibera per l’assegnazione dei suoli del 1° lotto dell’area PIP in cui saranno costruiti 26 capannoni industriali per una superficie coperta di 50 mila metri quadrati. Tutto a beneficio, e per lo sviluppo, della nostra città. Questi sono fatti concreti. Il resto sono chiacchiere. Parole. Solo inutili parole usate ad arte da ambigui personaggi in cerca di visibilità, che vogliono ricostruirsi una credibilità politica irrimediabilmente perduta tanti anni fa. In altri casi, invece, usate da persone che non hanno il coraggio delle proprie azioni, che sfornano a getto continuo infamanti manifesti … anonimi.
Parole vuote, come le persone che le scrivono, destinate inesorabilmente a essere portate via dal primo alito di vento.
 

Discuti l'Argomento sul Blog

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Angelo Bruscino
test 300x250
In Evidenza
test 300x250