Nola,Cgil sulla nomina del nuovo assessore LLPP

Redazione

Sconcertati dalla notizia che il figlio Aniello sostituisce il padre Antonio De Luca nell' Assessorato ai Lavori Pubblici

La decisione di nominare il figlio dell'ex Assessore ai Lavori Pubblici Antonio De Luca, suicidatosi il 13 aprile u.s., lascia perplessi ed increduli per diversi motivi. Naturalmente nessun giudizio sulla persona e sulla sua giovanissima età.

Ci sfugge, però, il reale motivo che ha spinto il Sindaco Bincardi ad "accettare" tale indicazione nata, a quanto pare, dalla proposta del consigliere delegato De Lucia ed "accettata" con entusiamo dal "pdl polvichese".
Se le cose dovessero risultare realmente per come sono state descritte e raccontate c'è da chiedersi:

1) cosa spinge ad affidare un incarico così importante ad un giovanissimo, che sicuramente avrà molte doti e qualità, ma che altrettanto sicuramente mancherà di quell'esperienza necessaria per incarichi amministrativi così delicati;
2) prendiamo atto che il Sindaco Biancardi si fa consigliare, nelle nomine relative agli assessorati importanti: è un suo diritto indiscutibile. Ma se le scelte si dovessero rivelare sbagliate a chi dovremo addossare la responsabilità? al Sindaco o al Consigliere?
3) i criteri di scelta e di affidamento degli incarichi Amministrativi e di Assessore avvengono per competenza territoriale e/o elettorale?
4) quanti Pdl esistono a Nola?
5) al neo Assessore andrà, come sembra, la stessa delega ai Lavori Pubblici che era stata affidata al padre?

Ci auguriamo che le notizie trapelate non abbiano alcun fondamento e che vengano immediatamente smentite.
In caso contrario un'ombra peserà su questa strana storia e molti Nolani cominceranno a chiedersi il senso di tutto questo.

Salvatore Velardi

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore