Le donne nelle istituzioni.

Redazione

Ethos Associazione ha partecipato al convegno organizzato dalla Fondazione Camera dei Deputati

L'Associazione con sede a Santa Maria a Vico e Caserta ha partecipato al convegno che si è tenuto il 7 Marzo, presso la Sala della Lupa di Palazzo Montecitorio. Alla vigilia dell'8 Marzo la Fondazione Camera dei Deputati, presieduta da Fausto Bertinotti, ha organizzato un convegno dal titolo "Donne e istituzioni" tenutosi nella Sala della Lupa di Palazzo Montecitorio. Il convegno ha preso spunto dal rapporto presentato dalle docenti Lorella Cedroni e Marina Calloni, che analizza la situazione della presenza femminile ai vertici delle aziende e nelle istituzioni rappresentative.

L'incontro ha visto la presenza di Gianfranco Fini, che introducendo il dibattito ha affermato come "la sottorappresentanza delle donne sia uno dei temi più dibattuti a livello internazionale e un elemento che accentua la divisione tra Nord e Sud dell'Italia". In questo quadro la politica, ha aggiunto, "non sembra essere all'altezza della sfida, e i risultati raggiunti, sono stati possibili più grazie a battaglie extraparlamentari che alla politica stessa".
Fausto Bertinotti ha parlato di una "evidente contraddizione tra la presenza effettiva delle donne nelle attività quotidiane e il mancato riconoscimento di questa". ll problema infatti non è tanto la quantità di rappresentanza politica delle donne, quanto la qualità.

Dal 1946, anno della prima elezione a suffragio universale maschile e femminile, la presenza delle donne nella vita politica ha avuto un incremento esiguo. Il genere non può essere un criterio di selezione eppure oggi accade. Secondo Susanna Camusso, Segretario della Cgil presente al convegno, "la parola che oggi caratterizza il lavoro femminile è 'discriminazione'". "Il problema è di inadeguatezza politica - ha affermato la giornalista Lucia Annunziata- , la vera rivoluzione si avrà solo nel momento in cui le donne inizieranno a credere in se stesse".
Il Ministro della Gioventù, Giorgia Meloni, ha concluso il convegno facendo notare come la soluzione non è tanto legata ai numeri della rappresentanza, ma che "le vittorie vere arriveranno quando un ministro uomo andrà alle pari opportunità e una donna all'interno o all'economia".

Il presidente Angelo De Lucia , il segretario Domenico Vigliotti ed il Portavoce Andrea Cortese dichiarano che i problemi delle donne in Europa sono tanti. L’Ue, nella settimana del centesimo anniversario della festa della donna, cerca di fare il punto sulla lotta alle diseguaglianze di genere, sulla disparità di stipendi, su accesso al mondo del lavoro e violenza. Uno dei capitoli più delicati è quello del congedo di maternità di 20 settimane e l’istituzione di quello di paternità di 2 settimane, che dopo lo stop del Consiglio Ue (ovvero dei governi nazionali) potrebbe non passare. “La crisi è usata come alibi della mancanza di volontà politica.

Comunicato
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore