Acqua, presidente Ato3 Carlo Sarro: "Esiste un caso Nola”.

Redazione

NOLA -  Dopo il presidio di protesta del 30 dicembre scorso davanti agli uffici Gori di Nola, sembrano aprirsi nuovi spiragli sulla lunga vicenda che vede contrapposti i cittadini al gestore del servizio idrico. Questa mattina una folta delegazione del Comitato civico per la difesa del diritto all’acqua ha incontrato presso il palazzo di città i massimi rappresentanti di ATO3, il presidente Carlo Sarro ed il suo vice Giuseppe Barbati, il presidente della GORI Maurizio Bruno, con la presenza - tra gli altri - del deputato Paolo Russo, del sindaco Geremia Biancardi e del responsabile territoriale CGIL Salvatore Velardi.

Ascoltate le motivazioni del Comitato civico, l’ente d’ambito ha riconosciuto la fondatezza di alcuni dei numerosi rilievi mossi nei confronti della gestione GORI ed ha accettato di valutare nuove iniziative per superare l’annosa vicenda, facendo intravedere un’apertura senza pregiudizi.

"Esiste un caso Nola – ha dichiarato il presidente di Ato3, Carlo Sarro – e saranno affrontate con grande attenzione le segnalazioni dei cittadini, già a partire dalla prossima settimana". In particolare, il Comitato ha evidenziato gli esorbitanti aumenti tariffari, l’ingiustificato ritardo di tre anni nell’invio delle bollette 2005-2007 da parte di Gori e la necessità di far luce sulle disfunzioni del servizio, dalla pressione sempre insufficiente alla scarsa qualità dell’acqua.

Inoltre il Comitato ha richiesto l’immediata sospensione delle messe in mora inviate tramite posta raccomandata agli utenti nolani e l’interruzione di qualsiasi minaccia di distacco del servizio. Un accorato appello, condiviso anche dagli altri presenti, a cui si attende risposta entro la prossima settimana.

"Il Comitato auspica un dialogo costruttivo – sottolinea il portavoce Romolo Romano - fermo restando il nostro impegno per una gestione interamente pubblica dell’acqua ed il sostegno ai referendum nazionali della prossima primavera. Con la speranza di aver abbattuto il muro di indifferenza alzato in passato dalla controparte, diamo credito a quest’apertura e aspettiamo fatti concreti".

Il nuovo numero uno di Gori, Maurizio Bruno, ha rassicurato i presenti sulla bontà dell’acqua erogata a Nola, , annunciando in concerto con l’Ato il ripristino degli investimenti nella città dei Gigli, a partire dal reperimento dei fondi per la realizzazione della rete fognaria a Piazzolla. Prossimo incontro sul tema che appassiona da anni la cittadinanza è l’assemblea indetta dal Comitato civico lunedì 10 gennaio alle 18 presso la sala Renzullo in piazza Collegio.

 


COMITATO CIVICO PER LA DIFESA DEL DIRITTO ALL'ACQUA - NOLA
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



l'Oceano Superstore300x600
test 300x250
In Evidenza
test 300x250