Mariglianella, comandante dei vigili rinviato a giudizio

Redazione

Sospeso dal servizio il comandante di vigili urbani di Mariglianella.

MARIGLIANELLA.Sospeso dal servizio il comandante dei vigili urbani di
Mariglianella, Giovanni Del Gaudio. A firmare il provvedimento è stato il
sindaco, Felice Di Maiolo, dopo una nota della procura in cui si fa
riferimento  a un rinvio a giudizio del comandante. Del Gaudio, infatti, sarebbe
accusato  di omissioni in atti d’ufficio e favoreggiamento per aver coperto gli abusi
edilizi realizzati nella proprietà della famiglia della vigilessa Maria
Spadera, dove è stata realizzata in difformità alla concessione edilizia
che  non prevede sottotetti abitabile una mansarda con tutti gli annessi e
connessi.

“L’amministrazione comunale –spiega il sindaco Felice Di Maiolo- confida
pienamente nella giustizia e nella capacità dei magistrati..
Siamo, altresì, speranzosi che il dipendente riuscirà a chiarire la sua
posizione e a dimostrare, quanto prima, la sua totale estraneità ai fatti
che  gli vengono contestati”.

Del  Gaudio, che nel 2004 era anche stato elevato a rango di commissario della
locale polizia municipale, dall’ex sindaco di centrodestra, Giovanni Russo,
secondo le accuse, non avrebbe fatto i dovuti sopralluoghi che gli erano
stati  intimati. Ad effettuare i controlli e a far scattare i sigilli, sarebbe
stata  la guardia forestale di stato, che nei mesi scorsi si è portata nel locale
comando vigili sequestrando la pratica relativa alla concessione edilizia in
questione, che riguardava la realizzazione, appunto, di una mansarda.

Da qui  la scoperta
che nella documentazione mancava una relazione grafica, apparsa
poi successivamente su pressione della magistratura inquirente. Secondo i
ricorrenti, il comandante che avrebbe dovuto documentare il tutto avrebbe
insabbiato la pratica, tacendo sugli illeciti edilizi riscontrati. Dai
controlli effettuati, infatti, sarebbero stati riscontrati aumenti di
volumetrie, la realizzazione di balconi al posto delle finestre e di servizi
igienici oltre che di divisioni interne. Inoltre ad effettuare i controlli
dovrebbe essere stata la stessa vigilessa, Maria Spadera, a cui era stata
conferita la delega da parte dello stesso comandante del Gaudio in materia
di  controlli urbanistici sul territorio Sulla questione è intervenuta la
procura  di Nola con il pm Renzulli a cui i vicini si sono rivolti per difendere i
loro  diritti di proprietà rivendicando il rispetto della normativa edilizia
attualmente vigente.

Del Gaudio, ha sempre smentito il tutto dichiarando di
non  aver effettuato i controlli perché stava procedendo la guardia forestale e
di  essere totalmente estraneo ai fatti che gli vengono contestati. Lo stesso la
vigilessa, che ha sempre affermato di essere finita al centro di una
congiura  proprio per il ruolo che copre sul territorio. Intanto il primo cittadino,
Felice Di Maiolo, in via cautelativa ha sospeso il comandante del
Gaudio, in attesa del giudizio definitivo. Nel frattempo l’incarico è stato
affidato al segretario comunale di Mariglianella, Giovanni Di Domenico con
vicecomandante Geppino Petrella.
 


 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore