Arrestata l’insospettabile casalinga usuraia

Redazione

I finanzieri della compagnia di Casalnuovo hanno arrestato, al termine di un'articolata e pedissequa indagine, la 60enne C.R. di Pollena Trocchia, ora ai domiciliari, con l'accusa di usura ed estorsione.

Al telefono la signora parlava di bottiglie di vino o damigiane ma in realtà si trattava solo di soldi. Prestati con tassi usurari che potevano arrivare anche fino al 600% della somma inizialmente prestata.
Le indagini sono scattate da una denuncia presentata alle Fiamme Gialle di Casalnuovo e si sono sviluppate anche attraverso diverse intercettazioni telefoniche. Secondo la Procura di Nola appariva come una insospettabile casalinga con l'unica abitudine il gioco nelle sale Bingo.

La signora
stringeva gli accordi usurari, tra una partita e l'altra. In quel momento quantificava dazioni e restituzioni e applicava interessi ben più elevati rispetto a quelli legali a persone bisognose che cercavano nella sorte una soluzione veloce ai propri urenti problemi finanziari.

La casalinga
al tavolo da gioco,con fare gentile offriva aiuto, si mostrava disponibile a dispensare piccole somme da restituire a fine mese, però maggiorate di interessi. Nelle telefonate la donna era molto attenta al linguaggio ma in qualche caso, di fronte a inadempienze nei pagamenti, minacciava il debitore di "farlo prendere con le catene".Forse l’incubo è finito per i molti debitori in difficoltà!
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore