Meningite all''Isis "Siani" di Casalnuovo.

Redazione

Proteste degli alunni e dei genitori. Il preside Luigi Manno:“La situazione è sotto controllo, si tratta di un caso di meningite batterica”.

CASALNUOVO. Allarme meningite all’ Isis, istituto d’istruzione superiore "Siani" di Casalnuovo. La struttura che ospita la sede del liceo e della ragioneria, che prima dipendeva dall’ex Manlio Rossi Doria di Marigliano ieri è stata praticamente al centro delle proteste dei genitori e degli studenti. “Se non disinfettano non andremo a scuola”, hanno gridato gli studenti.
 
Da qui la decisione in massa di protestare all’Asl e di allertare i carabinieri. A generare il panico è stato un caso di meningite verificatosi nella VB. Qui i compagni del giovane si sono immediatamente sottoposti a terapia antibiotica. I farmaci specifici sono andati a ruba. L’azienda sanitaria locale ha anche assicurato il preside Luigi Manno che “la situazione è sotto controllo e che si tratta di un caso di meningite batterica”. I genitori però non ci stanno. “Non possono far finta di ignorare le nostre richieste –protestano-. ci hanno detto che per intervenire ci vogliono minimo tre casi di meningite.
Se è una questione economica pagheremo noi la disinfettazione. Non possiamo rischiare”.

 Adesso lo studente colpito dalla malattia è ricoverato all’ospedale Cutugno di Napoli. L'allarme è scattato venerdì quando il giovane che accusava forti malori è stato ricoverato a Villa dei Fiori ad Acerra. Da qui poi il trasferimento prima al nosocomio Cardarelli dove i sanitari dopo aver accertato che si trattava di meningite ne hanno disposto il trasferimento all'ospedale di malattie infettive Cutugno. Intanto però ieri a scuola sono intervenuti anche i carabinieri. All’istituto di via Gaudiosi è stato un via vai di genitori impauriti e di forze dell’ordine intervenuti per placare gli animi.
 
C’è paura. Si teme che si possano generare anche altri casi e che tutti  i ragazzi siano a rischio. La struttura è frequentata da oltre 1000 studenti. Dall’altro giorno è il caos e le aule sono rimaste deserte.
 
L'istituto  non ha disposto la chiusura del plesso perché il rapporto dell’Asl non ha fatto rilevare la necessità di far scattare tale misura precauzionale. Le spiegazioni dell’Asl, comunque,  non hanno convinto i genitori che non si sentono per niente rassicurati. Panico anche in altre strutture scolastiche del territorio. Alcuni genitori riferiscono che nella stessa Casalnuovo si sono verificati altri 2 casi di meningite in altre scuole. Domani sarà una nuova giornata di protesta.

 

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore