Brusciano-Crispano, un Consorzio per le Feste dei Gigli

Redazione

Brusciano e Crispano propongono un Consorzio delle Feste dei Gigli in Campania

CRISPANO -  Un successo la manifestazione di fine estate, venerdì 17 settembre, nella Villa Comunale di Crispano, promossa dalla locale Amministrazione Comunale guidata dal Sindaco Carlo Esposito. Con la collaborazione dell’associazionismo territoriale e la partecipazione del Presidente della Festa dei Gigli di Brusciano, Consigliere comunale Nicola Di Maio, delegato dal Sindaco Angelo Antonio Romano, e l’accompagnamento del Responsabile dell’Ufficio Stampa Antonio Castaldo.
 
La manifestazione artistica e culturale “Vivi la Villa” che al service ed all’accoglienza musicale e canora aveva gli animatori dell’Associazione “Agorà” di Cardito, fra cui Lucia Loffredo, e lo showman chitarrista Umberto Fiordispino, fra le tante presenze, con gazebo espositivi, ha registrato la storica “Paranza Tigrotti Crispanesi”; l’Associazione “Melagrana”, la Mostra Collettiva di Arti Figurative, con il decano Giuseppe Vitale e le sue originali applicazioni cromatiche e materiche. Sul palco centrale, prima del programma musicale incentrato sul repertorio della Festa dei Gigli, si è svolta una riflessione pubblica sulla Festa dei Gigli in Campania. L’incontro condotto da Nicola Giordano, ha visto partecipare i Comuni di Crispano e Brusciano e le Associazioni e comitati crispanesi dei Gigli : Crispano nel Cuore; Marciapiede; Giglio del Popolo; Amici Miei; Azzurri di Crispano.

Il Sindaco
Carlo Esposito ha dichiarato:“Ringrazio l’Amministrazione comunale di Brusciano per la partecipazione a questa “Manifestazione in Villa” che diventerà annuale perchè la Festa dei Gigli di Crispano deve uscire da una logica campanilistica. Dopo Nola, Crispano, Brusciano, Barra ed altri paesi hanno seguito questa tradizione. Come si può mettere insieme tutto questo? Magari con un consorzio, per sostenerci vicendevolmente e promuovere questo tipo di festa come un circuito storico, culturale e religioso da poter offrire nel corso dell’anno ad un più vasto pubblico di turisti in modo tale da poter sostenere anche l’economia locale dei territori interni alla regione Campania. Crispano vuole farsi parte attiva con un percorso regolamentare improntato alla trasparenza ed alla legalità.

Noi portiamo passione e rispetto per questa antica tradizione e culliamo i gigli con il cristiano segno religioso dedicato a San Gregorio. Noi crispanesi, così come i bruscianesi, se ci recassimo in un laboratorio di analisi a fare un test scopriremmo la presenza del Giglio nel nostro sangue”. Il Presidente della Festa dei Gigli di Brusciano, Nicola Di Maio, ha detto: “I tempi sono maturi. Dobbiamo metterci insieme, noi che apparteniamo a quelle comunità che fanno le Feste dei Gigli da almeno cento anni. Senza paura di subire attacchi e critiche o peggio delle diffide da Nola, come è capitato a noi bruscianesi, quando nel maggio 2009 abbiamo portato il Giglio a Padova durante lo scambio religioso e culturale fatto con la Città e la Pontificia Basilica di Sant’Antonio di Padova”.
 
L’Avvocato Anna Castiello, Presidente del Consiglio comunale di Crispano, ha affermato: “Certo ci dobbiamo adoperare per realizzare gemellaggi insieme agli altri comuni ed incrementare soprattutto le manifestazioni culturali a favore della conoscenza reciproca e della salvaguardia delle proprie radici storiche ed antropologiche che alimentano l’identità di ogni comunità locale”. Antonio Castaldo, responsabile dell’Ufficio Stampa del Comune di Brusciano, dopo aver espresso i saluti del Sindaco, dott. Angelo Antonio Romano, dell’Amministrazione, del Presidente del Consiglio comunale, Antonio Di Palma, delle Associazioni dei Gigli e della Comunità di Brusciano ha rappresentato la storia della Festa dei Gigli, dedicata a Sant’Antonio di Padova, dei contatti culturali con le comunità di New York, Usa e di Quilmes, Buenos Aires, Argentina. Il giornalista A. Castaldo, dopo aver invitato la platea ad applaudire in segno di augurio per il riconoscimento dell’Unesco a favore della Festa dei Gigli di Nola, ha sottolineato “il rischio che le altre feste vengano poi considerate ai margini ed in uno stato di minorità e subalternità quando, invece, hanno pari dignità e legittimità ad essere presenti nella storia delle Festa dei Gigli in Campania.
 
Ben venga quindi l’aggregazione delle Feste Sorelle che potrà avere la forma collettiva che si sceglierà a garanzia dell’integrità di un importante tratto patrimoniale demo-etno-antropologico nella Campania Felix”. Il Sindaco di Crispano, Carlo Esposito, ha concluso dicendo “Stasera abbiamo lanciato le basi per un sodalizio culturale, con Brusciano e Casavatore, il cui Sindaco si è già detto d’accordo, che proporremo agli altri Enti promotori della propria Festa dei Gigli. Dunque usciamo da questo incontro tutti più ricchi di notizie e di conoscenze e con il reciproco impegno a fare sempre più bella la Festa dei Gigli ”.
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Napoli Club Marigliano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250