Marigliano, Bomba carta

Loredana Monda

Scoppio nell'androne del Palazzo del Sole a Lausdomini

MARIGLIANO - Bomba carta, sabato 12,  in una palazzina di periferia, sfiorata la strage. Sull’esplosione indagano i carabinieri della caserma cittadina agli ordini del maresciallo Raffaele Di Donato. Ignoti hanno sistemato l’ordigno nell’androne di uno stabile di Lausdomini, in prossimità del quale c’è un distributore di benzina. Chiaramente avvertita dai residenti la detonazione, che ha suscito timore. Fortunatamente, niente di grave.
 
L’esplosione ha prodotto solo danni alla struttura, alla quale è saltato l’intonato. Ora i militari dell’Arma mirano a ricostruire la vicenda, facendo luce sulle ragioni a fondamento dell’apposizione della bomba carta e sull’identità degli autori, in un clima caratterizzato dall’omertà che rende tutto più difficile.
 
Esclusa l’ipotesi di un’azione intimidatoria del racket: nei locali al piano terra della palazzina non ci sono attività commerciali. A destare l’attenzione degli inquirenti sarebbe, invece, una lite  tra i proprietari delle abitazioni dello stabile e altri residenti nella zona, causata da problemi di parcheggio.

In pratica, i carabinieri non escluderebbero l’ipotesi di una vendetta, pur senza un destinatario preciso. Qualcuno avrebbe, però, visto aggirarsi in zona due ragazzi su un motorino. Si tratta di un dato che i militari dell’Arma certo non trascureranno.

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ASM Service Mercedes Benz Marigliano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250