Sant'Anastasia, nuove strisce pedonali

Redazione

In attesa di completare la messa in opera dei dissuasori, strisce pedonali a favore dei diversamente abili e pulizia di aree comunali: dalle sterpaglie e rifiuti sbucano panchine

SANT'ANASTASIA - Nuove strisce pedonali di cui molte bianche e rosse per favorire i diversamente abili sono già visibili in varie strade principali del paese. Alla fine saranno in tutto più di novanta. Investiti, inoltre, circa 6.000,00 Euro per la fornitura e l'installazione di segnaletica verticale, perché l’amministrazione intende procedere alla regolamentazione della sosta su alcune strade del centro urbano e migliorare le generali condizioni della viabilità cittadina, ivi compresa la fruibilità degli spazi destinati alla sosta nelle zone ove è concentrata la maggior parte degli uffici pubblici e privati, degli esercizi commerciali e delle altre attività produttive. Ma non è stato abbandonato il progetto di dotare i marciapiedi, soprattutto quelli di Lagno Maddalena e dal lato del Santuario, di dissuasori per impedire la sosta selvaggia e restituire decoro ad un luogo del paese che vede arrivare flussi continui di fedeli alla sacra immagine della Madonna dell’Arco.

“La segnaletica andava ripresa, dopo tanti anni di abbandono, così come si doveva mettere mano a tutte le aiuole e spazi di verde pubblico”. L’assessore Vito De Lucia fa così il punto della situazione: ripulita da sterpaglie e rifiuti il marciapiede, il muro di cinta e l’area pubblica di via Gramsci (sita ai confini di villette e parchi di insediamento più recente) e… dai cumuli di cespugli, immondizia e materiale edile giacente da anni di incuria, sbucano le panchine che arredavano tanti anni fa quell’area; sistemata l’aiuola spartitraffico di via Romani/via Arco; nuova illuminazione di via C. Rocco; posti sosta riservati ai diversamente abili; in fase di progettazione il piano per le strisce blu.

“Abbiamo affrontato un problema annoso, che faceva levare alte le proteste dei cittadini della zona ed è stato quantomeno scandaloso - afferma il Sindaco Carmine Esposito – scoprire che sotto cumuli di arbusti e rifiuti si celavano panchine, antico ricordo di un’area che non è stata mai mantenuta a dovere. In pochi mesi abbiamo fatto molti passi avanti per dare un volto di vivibilità al paese che voglio condurre, in questi cinque anni, verso una reale rinascita, con piccoli e grandi realizzazioni”.

“Vicino al Santuario vogliamo sperimentare la funzionalità di una rotonda – dice l’assessore alla viabilità, Vito De Lucia – per cercare di decongestionare il traffico. Sarà una prova anche per i pullman e i mezzi pesanti. Arricchiremo piazza Arco con altre panchine e sarà abbellita via C. Rocco, mettendo anche delle fioriere pensili sui pali della nuova pubblica illuminazione. Abbiamo fatto una pulizia radicale in via Gramsci, liberando una zona verde da riattrezzare. Pensate a quanti anni di abbandono ha subito l’area, se da sotto quel mare di verde incolto sono sbucate le panchine. Resta fermo io mio impegno a salvaguardare i marciapiedi di Lagno Maddalena, con dissuasori, e l’attenzione ai diversamente abili.

Per loro saranno a giorni riservati posti sosta in tutto il paese, nell’ambito dei lavori che stiamo facendo per la segnaletica orizzontale e verticale. Per le strisce blu presenterò a fine settembre un programma in Giunta. Intanto, visto che dovrebbe partire il disco orario in via C. Rocco e in tutto il paese, voglio verificare la possibilità di far arrivare i pullman di linea, che ora hanno la fermata in via Arco, fino all’ingresso della stazione circumvesuviana di Madonna dell’Arco. Ovviamente, poi, stiamo progettando, dopo i risultati ottenuti, un sistema di controllo e servizi per il paese, compreso il potenziamento del Comando P.M.”

Giuseppe Piscopo

 


 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



Napoli Club Marigliano
test 300x250
In Evidenza
test 300x250