Marigliano, Agostino Ricciardi, la 219 non è terra di nessuno!

Redazione

Non ci posso proprio credere, da una lite di due fratelli, anche se è finita vergognosamente a coltellate e meno male che non si è consumata una tragedia, si passa a generalizzare, a fare di un erba un fascio, ma è mai possibile che ogni volta che succede qualcosa in questo quartiere, deve venir fuori l’illegalità, il degrado, la camorra, la droga, come dire… vi vogliamo tutti colpevoli, vi accusiamo comunque.

Ancora una volta non diamo un contributo positivo che indirizza questa gente a migliorare nella cultura della socialità e dell’integrazione, da questo poi il passo è breve per alimentare il rifiuto, un rifiuto che viene menzionato in ogni occasione con maestria di chi si serve di mezzi di comunicazioni, ecco perché gli abitanti di questo odiato quartiere, sono da sempre oggetto di discussione, di accuse e spesso trattati con indifferenza anche dalle Istituzioni che io stesso rappresento e combatto, perché conosco da venti anni questa gente e non mi stancherò mai di ribadire che su 500 famiglie-tanti sono gli abitanti della 219- il 90% di questi, non si danno per vinti e non si sentono in una terra di nessuno direttrice Monda, si sentono Mariglianesi a tutti gli effetti.

Anche se vivono di sacrifici, si arrangiano si, ma sono persone oneste e vi chiedono di finirla con questa farsa, vi prego di dare un informazione giusta, poiché questa lettura, (e mi riferisco agli articoli che da sempre, hanno per oggetto il quartiere della 219) la riteniamo selvaggia, scaturisce solo intolleranza e rifiuto sociale, per questo e con forza, vi diciamo che non è la strada giusta! quel 90% di residenti di cui parlavo prima, vi chiede piuttosto di fotografare e sottolineare, un' immagine del quartiere che sta sempre più diventando preda di pochi individui che noi teniamo alle dovute distanze.

 Questi hanno occupato il suolo pubblico per montare squallide baracche sotto gli occhi, tra l’altro, della nostra Polizia Municipale e di tutte le forze dell’ordine, questo aumenta quel degrado non solo sociale ma soprattutto ambientale che voi come detto, non perdete occasione di raccontare. Inoltre dovreste anche sottolineare che non è tutta colpa dei cittadini se nel quartiere 219 non si fa una corretta raccolta differenziata, infatti da un sopralluogo effettuato con l’assessore Michele Mariani è stato constatato che ci sono pochi contenitori per il fabbisogno degli abitanti, addirittura due per ogni torre che conta 54 famiglie.

Infine vi chiedo, come mai non avete mai speso una riga per mettere a conoscenza i cittadini di Marigliano, di come si svolgono le gare di appalto nel nostro comune, perché non vi siete mai interessati di come le imprese appaltatrice consegnano i lavori, la riqualificazione del comparto 219 per esempio, un lavoro che ha un costo di sei milioni e seicentomila euro e che ha avuto un ribasso di gara del 2% non è assurdo? in Italia siamo i primi, vi sembra giusto non menzionare questo?

E nel progetto che avrebbe dovuto riqualificare il quartiere della 219, non fu inserito la montante idrica e l’impianto fecale, tutti voi sapete cosa significa e per quando tempo mi sono battuto anche nei consigli comunali, nelle manifestazioni popolari insieme al comitato di quartiere, ricordate? Furono spesi fiumi di denaro pubblico per le somme urgenze.
Morale della favola, si è dovuto mettere mano ad una variante ed è stato stralciato buona parte del progetto per fare solo la montante idrica, eppure non avete mai aperto bocca su questo, ecco, c’è tanto materiale da verificare del quale  mettere a conoscenza la città, impegnatevi anche su questo.
 

Agostino Ricciardi

Discuti l'Argomento sul Blog

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore