Marigliano, Cooperativa Ottavia: una buona raccolta

Redazione

La cooperativa sociale OTTAVIA ha come mission della propria esistenza l'inserimento sociale e lavorativo per le persone diversamente abili.
Proprio per il lavoro vero è nato il progetto in/differente/mente buone pratiche per la cura dell'ambiente.
Il progetto quest'anno ha prodotto buoni risultati, una convenzione con il comune di Somma Vesuviana, e la ramificazione con le famiglie di Marigliano che oramai vedono nella cooperativa un valido riferimento per le soluzioni dei problemi legati ai beni dismessi, questo grazie alla disponibilità ed alla collaborazione dell'ufficio ecologia e della ditta SABA che da sempre con grande pazienza e competenza ci sopportano e ci aiutano.

Nel 2008 il gruppo di lavoro formato da una squadra di 10 persone è stato capace di raccogliere e portare nei siti preposti per il recupero ed il riciclo ben 474 tonnellate di materiali tra vetro, carta, metalli, plastiche, vestiti, pile esauste ed ingombranti.
Un risultato che è stato costruito grazie all'impegno dei cittadini e al lavoro volontario e passionale degli operatori e dei soci lavoratori coinvolti.
Che cosa significa in termini di impatto ambientale questo risultato?

Immaginate che una lattina di alluminio, quella della coca o del thé, pesa 15 grammi, raccoglierne oltre due tonnellate significa raccogliere circa 134.000 lattine dalle nostre strade, non male come risultato, inoltre 97 tonnellate di plastica, 120 di vetro, oltre le 200 di carta , e poi il rame e il ferro e tanto ancora, permettendo alla nostra terra di ricevere un po' di pulizia e procurando un notevole risparmio in termini di emissioni di CO2, di acque, di petrolio, di costi per lo smaltimento.

Ma la cosa che ci piace promuovere e far sapere è che abbiamo preso dalla strada 6000 pezzi di pile esauste, di televisori abbandonati, di vecchi frigoriferi, pur sapendo che è cosa da non fare, ma non possiamo permettere che questa nostra bella città sia oltraggiata continuamente dalla imbecillità di parte dei suoi cittadini.
Le persone a noi vicine, sapendo di quello che si fa in cooperativa hanno cominciato anche a regalarci cose che a loro non servivano più, ma erano ancora funzionanti, e poiché siamo per una visione del mondo rispettosa delle sue risorse e contro gli sprechi inutili, abbiamo pensato di organizzare con questo ben di Dio un piccolo mercatino dell'usato, aperto tutte le mattine presso la nostra sede in via R. De Blasio, a prezzi simbolici per educare ad un consumo consapevole, e sono tante le persone che già sono divenute nostre affezionate clienti.

Tutto questo lavoro ha permesso di mettere da parte un po' di soldini, c'è una legge del commissariato straordinario che per tutto quest'anno riconosce un aggio per i rifiuti riciclabili, e con essi abbiamo comprato la cucina nuova che ci permetterà di allungare i tempi di permanenza nel centro di aggregazione per disabili adulti per l'intera giornata.
Nel ringraziare quanti ci sono stati vicini, rinnoviamo l'invito a sostenerci e ad aiutarci, per il futuro ci sono ancora molte cose da fare in questo paese per l'ambiente e per la disabilità insieme diventa più facile e più piacevole .
Antonio D'Amore

Discuti l'Argomento sul Blog

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore