Piangeremo ancora

Redazione

Non riesco a capire. Com'è possibile che al giorno d'oggi, con le attuali conoscenze, un terremoto possa mietere tante vittime ? Com'è possibile che siano crollati edifici costruiti di recente e siano ancora in piedi edifici ben più vecchi? Quello che temo, e quello di cui sono purtroppo convinto, è che i problemi non siano di carattere tecnico, ma di coscienza e responsabilità. Se è possibile costruire case che resistono ai terremoti, se la normativa cerca di regolamentare le caratteristiche antisismiche dei nuovi edifici, com'è possibile che palazzi nuovi vengano totalmente sventrati da terremoti nemmeno tanto forti?

Ed allora, dove sono i tecnici che hanno collaudato le strutture? Dove sono gli imprenditori che hanno costruito gli edifici poi crollati? E coloro i quali dovevano controllare i tecnici ed i costruttori? Cosa ha collaudato il Genio Civile, cosa hanno controllato i responsabili dei vari Uffici Tecnici dei Comuni e delle Provincie ? Probabilmente stanno piangendo i morti che loro stessi hanno provocato. Per imperizia, superficialità, disinteresse o, peggio ancora, interesse.

Finché in Italia non si diffonderà la cultura della responsabilità, e prevarrà la superficialità e l'interesse per il profitto ad ogni costo, piangeremo ancora. Piangeremo ancora finquando ognuno di noi non farà il proprio lavoro con coscienza, finquando ci muoverà il desiderio di arricchirsi ad ogni costo, il desiderio di apparire non di essere.

Piangeremo ancora, fino a quando non ritroveremo il buon senso orami offuscato dalla futilità, piangeremo ancora.
Piangeremo ancora fino a quando coloro che ci governano, coloro che amministrano, daranno il cattivo esempio, perchè giustificheremo con il loro comportamento il nostro.

Piangeremo ancora, fin quando i modelli di vita che ci saranno proposti dai Media saranno quelli dei personaggi de "il grande fratello", la "fattoria" e le altre cazzate varie, e piangeremo ancora fino a quando i TG di stato faranno a gara per lo share ottenuto per le notizie riguardanti il terremoto. Sono stufo di piangere.

Antonio Iossa
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore