Il Premio Gallo d'Oro al "Koinè" di Vicenza

Redazione

MARIGLIANELLA - "I cortili delle tradizioni", in memoria del venerabile don Carlo Carafa, fondato dalla giornalista Anita Capasso, sarà presente, a Vicenza alla più grande rassegna d'arte sacra internazionale “Koiné”. Il prestigioso premio avrà un proprio spazio espositivo insieme all’ azienda nolana "Arredi chiese con l’allestimento del percorso culturale “In cammino verso la Santità”, coordinato dall'operatore culturale Mario Capasso.

" In mostra ci saranno opere artistiche dedicate al venerabile don Carlo Carafa realizzate dal maestro Salvatore Nardulli, da Marco Fratiello e Sirio. La rassegna, che gode del patrocinio della città del Vaticano, si terrà dal 18 al 21 aprile. Il laboratorio artistico culturale don Carlo Carafa continua così la promozione culturale del territorio nolano partito da Mariglianella nel 2007 con la premiazione della grande artista di teatro Franca Rame, Enzo Gragnaniello e Sal Da Vinci, intervenuti a ritirare l’ambito riconoscimento dedicato alle vittime delle morti bianche sui luoghi di lavoro.

La rassegna gode del sostegno di Franca Rame da anni impegnata in iniziative di solidarietà insieme al marito, il grande drammaturgo Dario Fo, già premio nobel per la letteratura. Si tratta di una grandiosa iniziativa che promuove alla grande l’edizione 2009 del premio che si terrà a luglio. Una promozione resa possibile da un protocollo d’intesa stretto con l’azienda nolana "Arredi chiese" che ha sottoposto ai vertici della Koinè il percorso culturale del laboratorio artistico don Carlo Carafa che intende far riaprire la causa di beatificazione del venerabile don Carlo Carafa.

 Il religioso nato a Mariglianella dopo una vita di perdizione rinunciò a tutti i suoi averi dedicandosi agli umili e ai bisognosi erigendo chiese e altri luoghi di culto. Un impegno che gli valse il titolo di servo di Dio e che poi nel 1560 lo designò per la beatificazione. Un titolo che con l’arrivo della pestilenza non gli fu attribuito. Nei giorni nostri poi la figura di don Carlo era caduta nel dimenticatoio. Adesso però grazie al Premio Gallo d’Oro, patrocinato dall'Ordine dei Pii catechisti rurali missionari Ardorini di Cosenza Carafa torna a rivivere. 


 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore



ambiente300x600-2
test 300x250
In Evidenza
test 300x250