Saviano, Carnevale: botte ed evasione

Redazione

SAVIANO - Il suo desiderio di assistere alla sfilata dei carri di Carnevale di Saviano era più forte di tutto. Si è allontanato dalla sua casa di Cicciano, noncurante della misura restrittiva alla quale era sottoposto. Quelle poche ore lontano dalla sua abitazione gli sono costate care. Franco Gradito, 25 anni, pregiudicato, è stato arrestato per evasione.

 Da Dicembre, il giovane era al regime dei domiciliari, per violenza, per minaccia per costringere a commettere un reato e per lesioni personali aggravate. Per prendere parte al Carnevale di Saviano l’ha violati. E’ stato bloccato dai carabinieri mentre tornava a casa percorrendo a piedi Via Matteotti. E’ finito in una camera di sicurezza in attesa di giudizio con rito direttissimo. Non è tutto.

 Nel corso dei festeggiamenti dello stesso Carnevale, tre giovani incensurati sono stati arrestati per rissa aggravata. Sono finiti prima in manette prima e poi in una camera di sicurezza per il rito direttissimo il ventenne Carmine Fucci (di Saviano), il diciannovenne Francesco Iovino e il diciottenne Luigi Falco (entrambi di San Paolo Belsito): durante la sfilata dei carri sul Corso Italia, a poca distanza da loro vi fosse dei militari dell’Arma, si sono presi a calci e pugni, nel corso di una violenta lite scoppiata per futili motivi.

Alla rissa aggravata di cui sono stati protagonisti i tre ragazzi hanno partecipato anche altri giovani, che sono riusciti ad allontanarsi quando sono intervenuti i carabinieri. Iovino e’ stato trasportato al pronto soccorso, dove gli sono state riscontrate “contusioni ed escoriazioni alle radici del naso”, guaribili in 2 giorni. Gli arresti legati al Carnevale di Saviano si inquadrano tutti e quattro nel quadro di attività ordinarie che sono state coordinate dalla Compagnia di Nola al comando del Capitano Andrea Massari.

Loredana Monda

 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore