Padova, strepitosa “Ballata del Giglio di Brusciano”. Si auspica un definitivo gemellaggio

Redazione

.Storica giornata quella del 31 di maggio a Padova vissuta dai bruscianesi, dai padovani e dai turisti e pellegrini provenienti da ogni parte del mondo. Quest’anno Padova ha concesso il prologo della Tredicina di Sant’Antonio ed il Giugno Antoniano alla Comunità di Brusciano che con questo grande evento religioso, civile e culturale ha espresso i propri sentimenti di fede cristiana e di amicizia con i frati della Basilica del Santo, gli amministratori e la cittadinanza di Padova.

La strepitosa “Ballata del Giglio di Brusciano”, domenica 31 maggio, dopo la messa solenne ed il compiuto Pellegrinaggio presso la Tomba del Santo, è stata aperta al comando del Sindaco di Brusciano, Angelo Antonio Romano insieme a quello di Padova, Flavio Zanonato ed al suo Presidente del Consilio, Milvia Boselli. La ripresa pomeridiana è stata poi gestita magistralmente dall’Assessore Mimmo Esposito, delegato del Sindaco Romano, presenti gli assessori Vincenzo Cerciello e Carmine Guarino. Al comando della Paranza composta dalle Associazioni dei Gigli Croce, Gioventù, Ortolano1875, Parulano e Sant’Antonio, i capiparanza si sono succeduti nel seguente ordine: Caliendo Pasquale, Luigi Vallefuoco, Pino Sessa, Angelo Mocerino, Tonino Castaldo e Fiore D’Amato.

 

Un momento di simpatico comando del Giglio è stato offerto da Angelo Mocerino al bruscianese Francesco Cerciello, Commissario della Polizia di Stato, II Celere di Padova, il quale ha collaborato alla realizzazione dell’evento. Ma l’apoteosi è giunta quando Fiore D’Amato ha chiamato al suo fianco Padre Poiana, a comandare l’alzata proprio sull’ingresso della Basilica del Santo. I bruscianesi in piazza, sotto e sopra i Giglio e quelli collegati in diretta web hanno visto in quel momento la simbolica consegna del Giglio, attraverso i frati, nelle mani di Sant’Antonio. Stamattina, lunedì 1° giugno, il Giglio di Brusciano è stato disteso a terra, con l’aiuto di una gru, smontato sotto gli occhi nostalgici di alcuni bruscianesi e dei padovani che chiedeva un nuovo appuntamento. I turisti appena arrivati scatenavano a fare foto dei lavori in corso e rammaricati di non aver potuto vedere la “Ballata del Giglio di Brusciano”.

 

L’arrivederci a tutti, per il 2009, è stato dato per ultima domenica di agosto a Brusciano quando nella Festa dei Gigli per San’Antonio di Padova verrà eseguita la 134esima “Ballata”, dal 1875.
E per tutto quanto fatto , grande soddisfazione è stata espressa dal Sindaco Angelo Antonio Romano e dal gruppo di lavoro con il Presidente del Consiglio Antonio Di Palma, il Presidente della Festa dei Gigli, Nicola Di Maio, il sociologo Antonio Castaldo, i Costruttori Bruscianesi della C&G guidati da Gerardo Di Palma. Pari soddisfazione per l’amministrazione comunale di Padova col Sindaco Flavio Zanonato ed il Presidente del Consiglio, Milvia Boselli; e per la Chiesa, i frati della Pontificia Basilica del Santo, con il rettore Padre Enzo Poiana, di Padre Domenico Carminati e del Parroco Don Giovanni Lo Sapio, per questa straordinaria esperienza. Ora è atteso un definitivo gemellaggio alla luce delle reciproche disponibilità a proseguire con la formalizzazione di un rapporto di amicizia fra le due città.
 

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright MARIGLIANO.net


Leggi tutti gli articoli di Redazione >>




Articoli correlati



Altro da questo autore